Una mattina presto come tante altre, passeggiare lentamente mentre i pensieri impegnano la nostra mente e lo sguardo distratto sembra perdersi nel non visto, e poi accorgersi d’un tratto che di fronte a te c’è un mare calmo che accarezza dolcemente la spiaggia, ascoltare la sua melodia soave che diventa bisbiglio tra gli scogli, quasi ci fossero due amanti intenti a sussurrarsi il loro amore. Ma l’anima è turbata, i sentimenti innanzi alla maestosità del mare non sono quelli di sempre, una mano fredda sembra quasi strozzare il nostro respiro, e una sensazione inspiegabile di malessere sembra paralizzare il nostro passo.

Leggi tutto...

Altri articoli...