Una delegazione del Liceo Classico di Bagheria ricevuta dal Presidente Mattarella al Quirinale

attualita
Typography

Una delegazione composta da 25 studenti del Liceo Classico Francesco Scaduto di Bagheria, accompagnati dalla Dirigente Scolastica Prof.ssa Giuseppina Muscato, è stata ricevuta ieri al Quirinale per un incontro con il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella.

L'incontro con le delegazioni di alcune scuole superiori d'Italia è stato voluto dal Presidente Mattarella nell'ambito di un percorso di cittadinanza attiva, che avvicini gli studenti alle istituzioni. 

Gli studenti sono stati ricevuti in udienza dal Presidente e hanno avuto la possibilità di rivolgergli anche alcune domande. Per il Liceo Classico di Bagheria lo studente Lorenzo Ventimiglia ha posto al Capo dello Stato Sergio Mattarella il seguente quesito: "Noi giovani abbiamo, rispetto ai nostri padri, l'indubbio vantaggio di poter accedere alle informazioni in tempo reale ed in modo diretto, su fatti e dettagli.  Quali indicazioni può darci per evitare che il nostro sguardo sul mondo contemporaneo sia frammentato, superficiale e influenzabile ? . Nella risposta il Capo dello Stato ha riconosciuto grande importanza alle nuove forme di diffusione della conoscenza come il web, strumenti che hanno dato a tutti la possibilità di accrescere il loro sapere. Il Presidente ha sottolineato come lo studio e l'approfondimento siano la chiave per essere padroni delle nostre vite. Mattarella ha spronato le nuove generazioni a studiare e approfondire, a seguire le proprie passioni e assecondare le predisposizioni che ognuno possiede, mostrando di credere sinceramente nella forza vitale e innovatrice delle nuove generazioni, auspicando un loro maggiore coinvolgimento all'interno della vita pubblica del paese. 

Gli studenti del liceo classio F. Scaduto sono rimasti entusiasti della giornata trascorsa al Quirinale e hanno apprezzato l'attenzione di Mattarella verso le future generazioni e il suo stile sobrio. Il Presidente nato e cresciuto a Palermo, ha speso parole di elogio per Bagheria, inorgogliendo gli animi degli studenti bagheresi, rimasti favorevolmente colpiti dall'affabilità discreta del Capo dello Stato loro conterraneo.