Consegna simbolica del Faro di Capo Zafferano alla "Top Cucina Eventi" dello chef Natale Giunta

attualita
Typography

Si è svolta questa mattina in un clima disteso ed informale la cerimonia di assegnazione simbolica del faro di Capo Zafferano da parte dell'Agenzia del demanio, proprietaria del bene, alla società aggiudicataria del bando di ripristino, la Top Cucina Eventi dello chef termitano Natale Giunta, 

 Il progetto Valore Paese – Fari si  pone come un progetto strategico, capace di attivare le economie locali attraverso il recupero e la tutela di un bene pubblico: l’intera operazione comporterà infatti un investimento privato di oltre 11 milioni di euro per riqualificare le strutture, con una ricaduta economica complessiva di quasi 40 milioni di euro e un conseguente risvolto occupazionale diretto di almeno 200 operatori. Lo Stato incasserà oltre 420 mila euro di canoni annui che, in considerazione della differente durata delle concessioni, ammonterà a quasi 8 milioni di euro per tutto il periodo di affidamento.

Il Faro di Capo Zafferano, ormai ridotto ad un rudere, grazie al progetto diellaTop Cucina Eventi S.r.l., diventerà una struttura multifunzionale con una bottega del gusto, un ristorante, tre suite e un museo del mare. Il contratto avrà una durata di 20 anni. Prevista anche la realizzazione di eventi di ampio respiro culturale e legati al settore dell'enogastronomia e alle bellezze naturalistiche. 

Il progetto avrà un impatto ambientale minimo ed è stato sottoposto ad un attento vaglio da parte dell sovrintendenza che ha dato  il suo ok. Il faro di Capo Zafferano, che ha una portata di 16 miglia nautiche, è tra i più importanti per la navigazione e l'atterragio delle navi nella  costa settentrionale sicula, insieme a quello di Capo Gallo. Oltre a segnalare il promontorio con luce bianca, il faro di Capo Zafferano segnala con luce rossa la presenza della secca della formica a meno di due miglia marine dalla costa di Porticello.

Lo scoglio principale è rappresentato dai problemi legati alla viabilità e di accesso al sito. Per sormontare questo problema le modalità di accesso al faro verranno completamente ripensate e a tale scopo sono allo studio diverse ipotesi. Li'idea che sembra prevalere è quella di adoperare dei piccoli bus elettrici che possano fare da navetta e accompagnare clienti e visitatori. Verrà comunque incentivato l'accesso al faro a piedi o in bicicletta, come avviene in molti altri posti simili sparsi nel mondo. L'avvio dei lavori di restauro è previsto per il 2018.

 

Stamane si è svolta la cerimonia informale di consegna simbolica del bene alla presenza di tutti gli attori coinvolti nel processo: il Comandante Romano della  Marina Militare, i vertici regionali dell'Agenzia del Demanio, lo chef Natale Giunta con la sorella Francesca in rappresentanza della Top Cucina Eventi e l'amministrazione comunale di Santa Flavia presente con il sindaco Salvatore Sanfilippo, l'assessore al Turismo MIchelangelo Pedone e il comandante della Polizia Municipale Anna Maria D'Acquisto. 

Grande emozione da parte di Natale Giunta, chef noto al grande pubblico sprattutto per le sue partecipazioni per molti anni alla prova del cuoco su Rai 1.  

Un investimento le cui incognite sono ancora molte ma le cui premesse sono decisamente solide. Il sito infatti incanta per la sua bellezza. Un posto ancora "selvaggio" dove la natura domina incontrastata..Regno dei gabbiani, il Capo Zafferano e lo specchio di mare antistante sono ancora un habitat pressochè incontaminato, la cui salvaguardia sono considerate da tutte le parti in causa come una priorità.  Buona riuscita dell'iniziativa che potrà costituire il fiore all'occhiello per il rilancio dell'offerta turistica del territorio e fungere così da volano economico.

La fortissima attrattiva che il faro di Capo Zafferano esercita, unita alle proposte accattivanti contenute nel progetto, fanno ben sperare che la scommessa appena partita sia destinata ad essere vinta. 

Lorenzo Gargano

21192391 10214414896873160 2378643244646831058 n