La stagione estiva volge al termine, tempo di bilanci per la Guardia Costiera di Porticello

attualita
Typography

Tempo di bilanci per l’Ufficio Circondariale Marittimo di Porticello – Guardia Costiera, dopo un anno di comando del Tenente di Vascello (CP) Giulia TASSONE, sono lusinghieri i risultati raggiunti dall’Ufficio.

L’impegno più grande è stato profuso nell’attività preventiva/informativa e nella consueta gestione dei numerosi procedimenti amministrativi che coinvolgono il personale ed il naviglio del comparto pesca, presente nei porti di giurisdizione di Porticello e di San Nicola l’Arena con più di 250 imbarcazioni.

Gli uomini della Guardia Costiera, al fine di evitare il depauperamento delle risorse ittiche, la concorrenza sleale nel settore e tutelare il consumatore finale, hanno effettuato costanti controlli sulla filiera della pesca, in mare, in porto ma anche presso gli esercizi commerciali ed i ristoratori, elevando sanzioni amministrative per un totale di €. 88.000 e sequestrando 1000 kg di prodotto ittico in cattivo stato di conservazione che stava per essere acquistato. Nell’ambito di tale attività 20 soggetti sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria, inoltre sono stati posti sotto sequestro 4.000 kg di tonno rosso, per il quale è vietata la pesca senza quote rilasciate dalla Comunità Europea.

Durante questo anno sono stati effettuati campionamenti marini, unitamente all’ASP di Bagheria, al fine di verificare la salubrità delle acque di balneazione e ridefinire quali specchi acquei possano essere balneabili.
L’Ufficio Circondariale Marittimo, con il coordinamento della Prefettura di Palermo ed unitamente al nucleo SDAI di Augusta, si è altresì occupato della bonifica di un certo numero di residuati bellici, ritrovati dai subacquei anche nelle immediate vicinanze della costa.

giulia Tassone Comandante Capitaneria Porticello

Il Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, autorità deputata alla tutela della sicurezza della navigazione e alla salvaguardia della vita umana in mare, impiega gran parte delle forze e risorse disponibili nell’attività di vigilanza sul litorale, allo scopo di far rispettare quelle fondamentali ed imprescindibili regole che sono alla base di una serena e sicura fruizione del mare. Si è quasi giunti alla fine dell’Operazione Mare Sicuro 2017, che ha visto impegnati quotidianamente due mezzi navali e squadre a terra, ed ha permesso, con non poche difficoltà, la pacifica convivenza di tutti gli avventori stagionali e la comune fruizione dei 40 km di costa di competenza. Innegabile che, allo scopo, non siano bastati i consigli di inizio stagione: l’attività sanzionatoria è stata intensa, soprattutto nel mese di agosto.
L’impegno non terminerà certo con la fine dell’estate: gli uomini ed i mezzi del Comando di Porticello continueranno a prendersi cura di tutti i pertinenti interessi ricadenti sul territorio, nell’attesa di vedere realizzati gli interventi di ripristino del sistema antincendio, della videosorveglianza, dell’illuminazione portuale e della rimozione del relitto nel porto di Porticello, il riposizionamento del segnale sulle secche della Formica, l’affidamento in concessione del servizio di ritiro rifiuti nei porti, la creazione di punti di cessione diretta del pescato, operazioni per cui è stato effettuato un grande lavoro di ricognizione, studio e progettazione e per cui sono state coinvoltele, a vario titolo, le Amministrazioni locali e quella regionale.

Ufficio Circomare Porticello