Fine di una relazione: cosa posso fare per evitarla?- di Francesco Greco

attualita
Typography

E’ possibile evitare la fine di una relazione? Ci sono presupposti che mi consentono di allontanare questo scenario?

Direi di si. Si può certamente lavorare affinché il rapporto funzioni al meglio e duri il più a lungo possibile, nella misura in cui questo può significare un luogo di benessere psicologico per il singolo e per entrambi, insomma un punto di riferimento per il benessere di ognuno. 

Certo affinché una coppia funzioni ci dobbiamo trovare in presenza di una coppia! Cioè la coppia per dirsi tale deve comunque possedere caratteristiche imprescindibili che ne fanno appunto una coppia: vi deve essere innanzitutto la presenza di un legame. “Sentirsi legati” all’altro è l’aspetto primario più importante senza il quale non ci si può definire una coppia. Ti senti legata all’altra persona? Hai come la sensazione che tra di voi ci sia un ponte che vi lega anche quando siete lontani? Il tempo quando siete insieme passa via veloce e ti da una incredibile sensazione di benessere? Prova a rispondere a queste domande. Attento a non confondere però l’innamoramento con l’amore, perché il primo dura un tempo limitato, mentre per le coppie “navigate” è il secondo aspetto, l’amore, su cui è necessario lavorare. L’amore diventa, per le coppie che funzionano, una scelta, a volte una scelta non facile, tutto non è sempre in discesa. Decidi di amore assumendotene le responsabilità e sapendo che questa è una strada che presuppone maturità e capacità di mettersi nei panni dell’altro.
Altro elemento fondamentale è legato alla progettualità. In tanti anni di lavoro con le coppie posso affermare che questo rappresenta uno degli aspetti più delicati, che in una coppia in crisi risulta essere quello tra i più intaccati. Esiste tra voi un progetto comune sul futuro? Avete una vision? State lavorando insieme agli stessi progetti o qualcuno rema contro? Se una coppia non riesce più a fare gioco di squadra, a lavorare come un team di campioni allora è probabile che possano sorgere problemi. Ancora, un altro aspetto importante è legato alle priorità. Cosa rappresenta per te una priorità? Sono le esigenze del tuo partner che ti stanno a cuore, nonostante talvolta tu possa non essere d’accordo, o in realtà hai difficoltà a metterti nei panni dell’altro? Chi ha la precedenza rispetto alle scelte e a ciò che è importante? Il partner o forse i genitori, la famiglia d’origine, il lavoro o i passatempi? Provate a riflettere su questi punti. E’ fondamentale che sia chiaro dentro di te l’insieme dei suoi desideri, speranze timori, paure. Osserva il tuo partner, ponigli domande, prova ad ascoltarlo veramente, impegnati a carpire le sue abitudini al fine di continuare a conoscervi e a migliorarvi. Questo significa provare a ritagliarsi del tempo, compatibilmente con i propri impegni, per conoscere sempre meglio l’altra persona. Se lavorerai su questi aspetti, presto comincerai a vedere la differenza. Continueremo ad approfondire l’argomento.

Dott. Francesco Greco
Tel. 3922965686
http://www.consulenzapsicologicaonline.blogspot.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

___________________________________________________________________________

Il Dott. Francesco Greco, Psicologo e Psicoterapeuta, è specialista in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale. Svolge attività clinica per i disturbi d'ansia, depressione, crisi, stress, insicurezza, disturbi emotivi e dello spettro ossessivo. Utilizza la Terapia Cognitiva, la Acceptance and Commitment Therapy (ACT), Mindfulness e le terapie di terza generazione. Specializzato nel trattamento dei disturbi dell’alimentazione attraverso la tecnica della CBT-E, disturbi sessuali e consulenza di coppia. Riceve a Bagheria e a Palermo.