Lo sfincione bagherese del forno Valenti miete successi in Sicilia

attualita
Typography

L'antico forno a legna Valenti da qualche tempo sta collezionando premi in giro per la Sicilia grazie al suo sfincione bagherese. Oltre a partecipare a diversi street food per la regione, ha stretto collaborazioni e ha partecipato a programmi televisivi internazionali. Noi abbiamo intervistato Maurizio Valenti che porta avanti una gloriosa tradizione di famiglia.

- Maurizio Valenti, perché il vostro sfincione è così apprezzato?
- Probabilmente perchè è un prodotto artigianale che conserva ancora tutta la genuinità della tradizione. Per fare il nostro sfincione seguiamo ancora la ricetta antica, tramandata ormai da cinque generazioni. Inoltre siamo molto attenti a scegliere delle buone materie prime, che rispettino i canoni di freschezza e genuinuità.

- Come è nata questa esperienza fatta di street food, contest, premi, collaborazioni internazionali?
- Tutto è iniziato con la partecipazione allo Sfincione Fest, organizzato ai mercati San Lorenzo. Da lì ci siamo aperti alla possibilità di partecipare ad altre manifestazioni e festival.

- Qual è stato l'ultimo premio ricevuto?
- Quello dello Street food Festival tenutosi a Sciacca. Per questo evento siamo stati scelti tra centocinquanta forni e, dopo una lunga selezione, siamo entrati tra i ventisette finalisti e alla fine abbiamo vinto come migliore prodotto street food.

- Come avete fatto a farvi conoscere anche al di fuori dell'ambiente regionale e nazionale?
- Abbiamo avuto questa possibilità grazie alla messa in onda di un programma su un canale americano dal titolo 'The pizza show'. Si tratta di una trasmissione che mostra i diversi prodotti fornari in giro per il mondo. Così ci hanno chiesto se era possibile fare qualche ripresa per mostrare agli americani il processo che portava poi alla 'nascita' dello sfincione bagherese. Noi abbiamo subito dato la nostra disponibilità e la puntata girata ha avuto un grande successo. Il video è girato anche su facebook e altri social network, arrivando a un numero di condivisione e visualizzazioni davvero alto. Così sempre più turisti, proveniente da tutte le parti del mondo, mi contattano per assaggiare lo sfincione bagherese.

- Quali sono i programmi futuri?
- Abbiamo da pochissimo partecipato al Sicily Food Festival a Cefalù e presto saremo a Messina per un'altra manifestazione culinaria. Speriamo di far conoscere lo sfincione bagherese ad un numero sempre più alto di persone e, perché no, di vincere ancora.

Intervista di Stefania Morreale