Il segreto per raggiungere i tuoi obiettivi: la gestione del tempo- di Francesco Greco

attualita
Typography

Quante volte ci siamo arrabbiati con noi stessi per non aver raggiunto i risultati che volevamo o gli obiettivi che ci eravamo prefissati? Tante volte ci lamentiamo perché non riusciamo a focalizzarci su ciò che vogliamo raggiungere.

Spesso (e più di quanto si possa credere) ci sono giovani che arrivano in studio disorientati e avviliti perché non riescono a essere concentrati, i risultati professionali tardano ad arrivare o stanno attraversando un momento di blocco, magari perché sono fermi da un po’ all’università e non riescono a studiare e ad essere produttivi come vorrebbero.

E’ chiaro, se ottengo risultati e conquisto gli obiettivi che mi prefisso sarò soddisfatto e felice. Fare bene le cose migliora il senso di efficacia personale e chiaramente l’autostima.
Quando invece i progetti saltano, procrastiniamo, cediamo alla tendenza a rimandare, cullati dalla speranza di fare quella data cosa successivamente (tanto c’è sempre tempo) ecco che vedremo salire la rabbia, la frustrazione e la tristezza.
Come possiamo essere più produttivi quindi? Per rispondere a questa domanda dovremo passare ad una ulteriore domanda: quali sono i miei obiettivi? Se infatti non abbiamo ben chiari gli obiettivi, se non dirigiamo la nostra attenzione su ciò che veramente conta, ecco che allora rischieremo di disperdere le energie investendole su cose che alla fine ci fanno solo perdere del tempo.
Cosa intendo? Bene, prova a pensare ai tuoi obiettivi e cercherò di spiegartelo. Prendi un foglio bianco e scrivi una lista dei 25 obiettivi più importanti che vorresti realizzare. A questo punto, una volta fatto l’elenco, rivedi tutti i 25 obiettivi che hai segnato e cerchia i 5 per te più importanti.
Una volta fatta questa operazione è come se tu avessi due liste: da una parte i 5 obiettivi più importanti (game changing) e dall’altra tutto il resto. Il resto dei tuoi obiettivi, quelli che diciamo abbiamo “scartato” non sono sicuramente cose di poco conto, sono certamente auspicabili e importanti, ma non tanto quanto i 5 game changing. Bene arriviamo al nodo fondamentale: cosa vuoi fare dei due elenchi? Attenzione questo passaggio è il punto di svolta. Perché se tu pensi di concentrarti per raggiungere prima i tuoi 5 obiettivi principali e poi, magari nel tempo libero, impegnarti a raggiungere il resto, allora ti stai solo costruendo il solito meccanismo che determinerà il tuo procrastinare e rimandare.
Che ti sia chiaro un punto allora: l’elenco B, l’elenco delle cose non cerchiate rappresenta le cose di cui da oggi dovrai essere in grado di dire no. I restanti 20 obiettivi sono quindi potenziali minacce, distrazioni a ciò che davvero conta, ai tuoi obiettivi principali.
Eliminando senza pietà il resto delle cose saremo spinti a concentrarci sulle cose realmente importanti della nostra vita, facilitando il raggiungimento dei mean goals, di ciò che è realmente strategico per noi. Questo porterà anche altri vantaggi certamente non secondari, come il miglioramento della qualità di vita: sbarazzandoti di cose inutili, non necessarie, renderai più facile la tua vita, concentrandoti solo su ciò che realmente merita le tue giuste attenzioni.
Il pericolo sta proprio nelle cose che ti interessano ma che non sono le principali, sono proprio quelle che comportano il maggiore rischio di far fallire i tuoi obiettivi principali.

Dott. Francesco Greco
Tel. 3922965686
http://www.consulenzapsicologicaonline.blogspot.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

___________________________________________________________________________

Il Dott. Francesco Greco, Psicologo e Psicoterapeuta, è specialista in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale. Svolge attività clinica per i disturbi d'ansia, depressione, crisi, stress, insicurezza, disturbi emotivi e dello spettro ossessivo. Utilizza la Terapia Cognitiva, la Acceptance and Commitment Therapy (ACT), Mindfulness e la SCHEMA THERAPY. Specializzato nel trattamento dei disturbi dell’alimentazione attraverso la tecnica della CBT-E, disturbi sessuali e consulenza di coppia. Riceve a Palermo e Bagheria.