Ad Altavilla MIlicia un progetto per fare rete contro la violenza sulle donne

attualita
Typography

Giovedi 22 novembre 2018 alle ore 16.30, presso l’ Aula Consiliare "E.L.Damiano" del Comune di Altavilla Milicia si terrà la presentazione del Progetto " Amoru’ - Rete Territoriale Antiviolenza", un progetto di cooperazione contro la violenza sulle Donne che vede coinvolto anche il Comune di Altavilla Milicia tra i tanti partner progettuali attraverso l’apertura di uno sportello d‘ascolto. Unico in Sicilia tra i nove selezionati in tutto il Sud Italia è il progetto "Amoru’", promosso dall’ Organizzazione Umanitaria Internazionale LIFE and LIFE (LaL ), ente capofila , e sostenuto da FONDAZIONE CON IL SUD. Tale progetto nasce dalla considerazione che in molti comuni della provincia di Palermo siano ancora pochi i luoghi fisici deputati ad accogliere le richieste di aiuto di donne e di bambini in fuga da un quotidiano vissuto di violenza.

"Siamo orgogliosi di aver preso parte a questa importante idea progettuale volta a sostenere tutte quelle donne vittime di violenza e bisognose di aiuto – afferma l’ Assessore alla Cultura, Pubblica Istruzione e Pari Opportunità del Comune di Altavilla Milica, Maria Rita Lazzara – poiché ci consente di tradurre in azione concreta il nostro obiettivo di consolidare, specialmente tra le nuove generazioni, una cultura che si ponga di contrasto alla violenza sulle donne e in senso più ampio a qualsiasi forma di violenza.
Da quasi due anni, coincidenti con l’inizio del mio mandato – spiega l’Assessore – abbiamo svolto con gli studenti dell’ I.C.S "Mons. Gagliano" di Altavilla Milicia svariate attività di sensibilizzazione sul fenomeno della violenza, per dare modo di comprendere alle nuove generazioni che il rispetto di se stessi, degli altri, del diverso ed anche dell’ambiente in cui viviamo rappresenta l’unica via percorribile volta a contrastare qualsiasi forma di discriminazione e di violenza.
Trovarci partecipi attivamente in questo network di cooperazione antiviolenza, è senza dubbio da sprone per svolgere ulteriori altre attività di sensibilizzazione con i nostri studenti, soprattutto per incoraggiarli sempre di più a denunciare e a confidare nelle Istituzioni. Rivolgersi ed investire sulle giovani generazioni, sensibilizzandoli e proponendo loro modelli adeguati a cui ispirarsi, è un modo di operare a mio avviso fondamentale per l’edificazione di una società migliore, ma è al tempo stesso anche una azione vettoriale poiché sono proprio i nostri ragazzi a trasmettere presso le famiglie quanto viene loro proposto e a riportarci l’esistenza di problematiche che, talvolta, ci sfuggono all’attenzione.
A pochi giorni dall’inaugurare nel nostro comune uno dei tre sportelli d’ascolto previsti della rete territoriale antiviolenza - continua l’ Assessore - possiamo di dire qualcosa in più ai nostri cittadini, possiamo concretamente offrire un servizio di supporto per tutte quelle donne coraggiose che hanno scelto di denunciare un vissuto fatto di violenza e che hanno deciso di farsi assistere da un team d’esperti nell’intraprendere un valido percorso di uscita da una drammatica realtà che le riguarda, fino alla possibilità di divenirne indipendenti ed autonome con un possibile lavoro. L’aver messo a disposizione dei locali comunali per l’istituzione di uno sportello d’ascolto è proprio l’azione concreta accostata alla divulgazione di una cultura di inclusione sociale e di contrasto di tutte le forme di soprusi e violenze, è proprio quello step successivo di azione e di intervento per porre fine in modo concreto a spiacevoli realtà. Inaugureremo lo sportello d’ascolto sito nei locali comunali di via Vittorio Veneto proprio in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, ossia il prossimo 25 novembre, con l’obiettivo di lanciare un messaggio di responsabilità civile che va ben oltre la mera osservazione della giornata del 25 novembre, affinchè si sappia, soprattutto tra i ragazzi, di non essere soli dinanzi a situazioni di pericolo o disagio. E’ proprio questo il messaggio che intendiamo trasmettere.
Il mio augurio – conclude l’Assessore – è che la cittadinanza e quanti sono stati invitati, partecipino al convegno organizzato per giovedì 22 novembre 2018 alle ore 16.30, per conoscere più nel dettaglio gli elementi fondanti e gli obiettivi preposti da questo progetto, ma anche per sapere più da vicino quali sono i servizi erogati dallo sportello. Partecipare, cogliendo l’occasione di confrontarsi in occasioni come queste, è senza dubbio una forma di rispetto a cui dar seguito con sensibilità, ma al tempo stesso è l’unico modo per informarsi e sapere come poter contribuire da cittadini attivi al miglioramento della società in cui viviamo".