L'ultimo saluto ad Enzo Speciale, se ne va un pezzo di storia della Tv a Bagheria

attualita
Typography

La chiesa Matrice di Bagheria  era gremita in ogni ordine di posti questa mattina, con gente anche in piedi e fuori dalla chiesa, per dare l'ultimo saluto ad Enzo Speciale, giornalista ed editore bagherese scomparso all'età di 80 anni.

 Una vita dedicata al mondo dell'informazione prima da giornalista della carta stampata nei quotidiani Giornale di Sicilia e L'Ora, poi con la fondazione della sua amata TeleOne, emittente telesivisa che da piccola realtà cittadina è oggi uno dei più importanti gruppi editoriali della Sicilia. 

La sua passione era il suo lavoro e viceversa, un'immedesimazione pressochè totalizzante con la tv, che infatti ha seguito fino all'ultimo, nonostante da alcuni anni ormai il timone era passato nella mani affidabili e capaci del figlio Giuseppe. 

Attraverso mille tempeste Enzo Speciale ne era uscito sempre in piedi grazie alla sua proverbiale caparbietà, che gli ha permesso di guardare sempre avanti. Spesso capace di illuminanti intuizioni, di circondarsi di validi collaboratori, è stato un imprenditore onesto e coraggioso. La sua era una personalità forte con un carattere a volte spigoloso ed in effetti Enzo non le mandava a dire, schietto e diretto com'era. 

Enzo ci lascia, ma di lui rimane il contributo fornito alla crescita dell'informazione in questa città e rimane anche, e non solo,  la sua creatura più bella, quella piccola tv fondata alla fine degli anni 80', che oggi è un fiore all'occhiello dell'editoria dell'isola. Alla famiglia resta invece il bene più importante, quello di poter andare enormemente fieri nel ricordo del loro congiunto.