Arriva anche sulle spiagge di Aspra il “pesce mangia plastica”.

Arriva anche sulle spiagge di Aspra il “pesce mangia plastica”.

attualita
Typography

I Rotary club sezione di Monte Pellegrino e sezione di Bagheria regaleranno all’amministrazione comunale di Bagheria questo strumento che è un gigantesco cestino a forma di pesce che simboleggia una delle tante specie minacciate dall’inquinamento prodotto dai rifiuti abbandonati.


L’iniziativa che è promossa dall’assessorato all’Ambiente guidato dal l’assessore Daniele Vella con il supporto del consigliere comunale Andrea Sciortino, si terrà lunedì 26 agosto, alle ore 12,00, a piano Stenditore prima dell’ingresso della spiaggia denominata Chalet.

La donazione del pesce mangia plastica le cui dimensioni sono: lunghezza 4 mt. circa e altezza 2,5 mt. circa, come detto è una donazione dei club Rotary Palermo Monte Pellegrino presieduto da Filippo Cuccia e dalla sezione di Bagheria la cui presidente è Rossella Franzone, rientra nell’ambito della progettualità e del servizio rotariano in favore dell’ambiente.

Coordinatore delle relazioni per la realizzazione dell’evento l’architetto bagherese Giovanni Pitarresi (Prefetto del Rotary club Monte Pellegrino)

“La lotta all’inquinamento delle spiagge e dei mari causata dalla plastica sta coinvolgendo sempre più comuni in Italia – spiegano dal Rotary- al fine di invitare turisti ed abitanti a non abbandonare rifiuti sulla spiaggia e negli spazi vicini ad essa promuoviamo questa iniziativa che tende a sensibilizzare al mantenimento delle spiagge pulite ed evitare la dispersione di microplastiche in mare”.

L’occasione sarà utile anche a suggellare la firma di una convenzione tra l’amministrazione Comunale siglata dal sindaco di Bagheria Sindaco Filippo Maria Tripoli alla presenza dell’assessore Vella e i referenti dei Rotary club Palermo Monte Pellegrino e Bagheria oltre al presidente di Amb L ’azienda multiservizi di Bagheria che si occupa della gestione dei rifiuti.

La realizzazione del “Pesce Mangia Plastica” è a cura di signor Giuseppe Roccapalumba.