Il sindaco Filippo Tripoli dalla Cina: “Un' esperienza entusiasmante”

Il sindaco Filippo Tripoli dalla Cina: “Un' esperienza entusiasmante”

attualita
Typography

«E’ un’esperienza entusiasmante e di grande confronto culturale e produttivo quella che stiamo vivendo qui a Ziyang» – a sottolinearlo il sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli che insieme alla delegazione bagherese formata da Santo Agnello agronomo del CREA, Antonio Fricano imprenditore e presidente di APO Sicilia, Michele Balistreri presidente dell’associazione La Piana d’Oro ed Adalberto Catanzaro referente della sezione slow food Bagheria stanno vivendo a Ziyang, in occasione del World Lemon Industry development che si sta svolgendo nella popolosa città cinese nella contea di Aniyeu.

Entrato immediatamente nel vivo della missione il gruppo guidato dal sindaco Tripoli ha visitato dapprima una azienda produttrice di limoni e la relativa piantagione, in seguito si è recata presso un’azienda che trasforma il prodotto e lo commercializza in tutta la Cina, sempre nella contea di contea di Anyue, nota per la produzione del limone tanto da coprire l’80% il fabbisogno dell’intera Cina.

Il sindaco Tripoli ha potuto apprezzare e conoscere le diverse modalità e tecniche di produzione, trasformazione e commercializzazione del prodotto.

«Visitando la grande piantagione di limoni e l’azienda di trasformazione e commercializzazione si vede subito che hanno le idee molto chiare, hanno una seria visione organizzata di quel che vogliono raggiungere – sottolinea il sindaco – la contea di Anyue ha deciso che il limone deve diventare un prodotto importante della economia del territorio che già è in fortissima espansione anche grazie alla scoperta di giacimenti di gas naturale e di petrolio, oltre alla nascita di un aeroporto. E è dunque un territorio in espansione – conclude il sindaco Tripoli – con il quale siamo felici di intrattenere rapporti di scambio culturale, commerciale, universitario, gastronomico. Abbiamo bisogno di internazionalizzare la nostra città avendo una visione chiara oltre le urgenze» conclude il primo cittadino di Bagheria.