Venerdì, 21 Novembre 2014
   
Text Size

07-01-09 Incontro stasera alle 18 tra Beppe Lumia e Biagio Sciortino

Brevi

Inedito e (forse) occasionale incontro stasera a Bagheria tra Beppe Lumia e Biagio Sciortino presso la Chiesa di S.Giovanni Bosco.
In realtà pare che Lumia fosse venuto a Bagheria per incontrrare Padre Francesco Michele Stabile per manifestare il proprio apprezzamento per la nota dei presbiteri bagheresi contro la mafia, e abbia colto l'opportunità di parlare con il sindaco della vicenda che ha scosso l'opinione pubblica in questi giorni, vale a dire l'intitolazione ad Alfano dello stadio comunale.

Presenti all'incontro che è stata una vera e propria riunione, anche se molto informale, Gianni Granata a.d. di Metropoli est e Pippo Cipriani, presidente del Centro Antiracket e antiusura.

Lumia avrebbe manifestato la propria amarezza e il prorpio disappunto sulla vicenda, ed ha comunque condiviso e apprezzato l'intervista di Sciortino al TG3 e il comunicato dell'amministrazione.
Dall'incontro è emersa una seria preoccupazione per l'immagine negativa che viene percepita al di fuori di Bagheria della nostra classe dirigente e politica, e della ricadute negative sulla stabilità dell'amministrazione.

Nella foto: B.SCiortino, B.Lumia e G.Granata a conclusione dell'incontro
   

07-01-09 Riflessione del centro antiracket sulla questione stadio-Alfano

Brevi

Il centro antiracket e antiusura comunale ha seguito, con l’ interesse proprio del suo ruolo di presidio democratico della legalità, le mediatiche fasi in cui è emerso pubblicamente il voto unanime del consiglio comunale bagherese per intitolazione dello stadio a Pasquale Alfano.

L’ufficio ha sempre considerato infondato che l’iter amministrativo necessario alla intitolazione fosse portato a termine. Inoltre, sarebbe bastato corredare la proposta di una brochure informativa sulla persona scelta dai firmatari della mozione, per informare e rendere coscienti tutti i consiglieri del voto che avrebbero espresso.

Una buona, concreta ragione supera il messaggio negativo di questi giorni e taglia la testa al toro: la giunta e lo stesso consiglio comunale hanno dato il pieno appoggio alla riapertura del Centro antiracket e lo hanno fornito di tutti gli strumenti operativi necessari per dialogare con la cittadinanza bagherese, al fine di intraprendere e difendere i percorsi della legalità, della lotta alla mafia.

Uno sportello che informi i cittadini che nelle loro scelte,economiche, sociali, culturali, politiche, le istituzioni, in primo luogo quelle comunali, hanno fatto il giro di boa della trasparenza e della giustizia sociale in ogni ambito della vita pubblica bagherese.

Certo l’indirizzo dell’assemblea consiliare che si è espressa sulla intitolazione in questione, lascia presagire che i nostri eletti, come gli elettori, necessitino di una formazione culturale ad ampio raggio, fondata su una conoscenza storica dei fenomeni mafiosi e dei loro “epigoni” che hanno reso precario il senso dello Stato fra i cittadini bagheresi.
Il centro Antiracket, per questo motivo, ha già iniziato un percorso formativo fra gli istituti scolastici cittadini , prevedendo una disamina storicizzata e contemporanea dei clan mafiosi che hanno condizionato la vita politico-economica bagherese.

Come per ogni operazione culturale i risultati non saranno immediati, ma duraturi e forti nelle coscienze civiche dei futuri cittadini bagheresi.
Intanto, valutiamo positivamente e appoggiamo la proposta dell’associazione antiracket del comprensorio di intitolare lo stadio a Ninni Cassarà, pur vagliando con il primo cittadino e la giunta l’eventualità di indicare un’altra eminente personalità che si è distinta nella lotta alla mafia, fino al sacrificio della sua stessa vita.


Centro Antiracket e Antiusura Comune Bagheria
   

07-02-09 P.D.: profondo imbarazzo per il voto del consiglio su stadio-Alfano

Brevi

La segreteria del Partito Democratico di Bagheria esprime profondo imbarazzo per la vicenda relativa all’approvazione dell’Atto di indirizzo proposto in Consiglio Comunale per la intitolazione dello stadio comunale di Bagheria a Pasquale Alfano e sollecita, pertanto, l’immediato annullamento di tale atto, dando pieno sostegno all’iniziativa del Sindaco.
La Segreteria del Partito Democratico e gli organi di rappresentanza territoriali giudicano assolutamente inopportuna l’iniziativa assunta in consiglio comunale in occasione del voto, confermando il proprio impegno nella lotta alla mafia e nell’affermazione della legalità.

La Segreteria Cittadina
Vittoria Casa
   

07-02-09 Commento di Beppe Notaro (UDC) sulla "questione stadio"

Brevi

Il segretario dell'UDC di Bagheria, Beppe Notaro, interviene sulla questione dello stadio comunale e, più precisamente, sulla intitolazione del medesimo a Pasquale Alfano.

"Sono dello stesso parere del sindaco Biagio Sciortino - è il commento di Beppe Notaro - ed è per questo che ritengo quantomeno inopportuna la scelta di intitolare lo stadio a Pasquale Alfano, se non altro per i motivi che sono stati esposti in questi giorni.

Il mio parere è che una struttura sportiva debba portare il nome di una personalità che si è distinta nell'attività sportiva, da atleta o da dirigente.

In ogni caso ritengo che la cosa migliore da fare è interpellare la cittadinanza e coinvolgerla in una decisione che ad essa appartiene e che esula - da un punto di vista morale e della partecipazione democratica - dalle responsabilità di una amministrazione. Il nome dello stadio comunale di Bagheria deve essere qualcosa che unisce e non un elemento di divisione o di sterili polemiche".

   

Pagina 1399 di 1623

Brevi

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

la tua web tv

areavisiva

IDEA VIDEO editore  -  P.I.: 05704000826

Bagherianews.it - Portale informativo su Bagheria e il territorio. Registrazione Tribunale di Palermo n. 27 del 21/05/2008.  Direttore Responsabile: Angelo Gargano | Capo Redattore: Lorenzo Gargano  | Redattrice: Marina Galioto.
Tutti i diritti riservati. La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita -
Web Master e Design
- Paolo Bonanno - www.areavisiva.com

Accesso utenti