Giovedì, 23 Ottobre 2014
   
Text Size

direcas2

A fuoco ettari di sterpaglie e terreni abbandonati in contrada Sant'Isidoro

Cronaca

alt

Almeno una decina di ettari di sterpaglie, ulivi sparsi e agrumeti trascurati stanno bruciando da oltre due ore in contrada Sant'Isidoro, tra l'omonima villa , la torre della macchina Giangrasso, il confine nord-est del cimitero e la bretella di accesso che si diparte dal viale Sant'Isidoro e conduce al cimitero stesso.

I vigili del Fuoco stanno cercando di contenere le fiamme che spinte dal vento di scirocco e alimentate da erba e legna disseccate si levano in certi momenti alte e pericolose e stanno rischiando di estendersi sino ad alcuni agrumeti ben tenuti, e a qualche abitazione di campagna

Anche qualche modesta costruzione di campagna è stata danneggiata dalle fiamme: i vigili del fuoco presenti peraltro ancora con mezzi inadeguati stanno facendo del loro meglio per evitare pericoli per qualche casa abitata e per le coltivazioni.

Ma quello di oggi è solo l'ultimo di una serie di episodi ormai pressocchè quotidiani.

Tutta la città e i dintorni in questo periodo sono una polveriera: larghe aree con erba secca anche all'inetrno del centro abitato che, vuoi per dolo vuoi per caso, in questo periodo costringono i vigili del Fuoco più volte al giorno a fare la spola con Bagheria.

Sinora per fortuna non è acccaduto niente di particolarmente grave, ma non possiamo sempre sperare nella buona stella.

Occorre obbligare i proprietari di queste aree a bonificarle per evitare richi più gravi per i cittadini,e soprattutto sanzionare gli inadempienti: sin quando le ordinanze sindacali resteranno lettera morta come le gride di manzoniana memoria, dovremo stare sempre in campana.

   

I grillini ai volontari: 'da parte nostra nessuna strumentalizzazione'

Cronaca

Valutazione attuale: / 21
ScarsoOttimo 

alt

Pubblichiamo la risposta del Movimento 5 stelle di Bagheria pubblicata sul sito http://www.ilgrillodibagheria.it al portavoce dei volontari di domenica che dalle nostre pagine (Non siamo nè grillini, nè cicale, nè formiche, ma cittadinanza attiva) accusava di strumentalizzazione politica la pulizia del "rittufilu" intrapresa da alcuni cittadini domenica:

Leggiamo,a dire il vero con non poco dispiacere il Sig. Salvatore Sparacino portavoce dei “volontari” che hanno provveduto alla pulizia del Corso B. Scaduto, ritenere che l’aver noi accolto con piacere l’iniziativa che il suo gruppo ha lanciato con tanta pubblicità su tutti i mezzi di comunicazione online di Bagheria, sia da sottintendere alla stregua di una strumentalizzazione politica.

Anzi una vera e propria interferenza nel silenzioso e disinteressato operato di chi si prodiga nell’inviare comunicati sottolineando di non volere strumentalizzazioni politiche quando proprio è evidente il sospetto che è, chi questi invii e questi annunci a tambur battente di attività in data del tutto casualmente coincidente con analoga inziativa da tempo comunicata dal MoVimento 5 Stelle attraverso i propri social network, che sta cercando di strumentalizzare la cosa. Viene effettivamente da chiedersi come mai questo slancio di sensibilità e responsabilità, per altro raramente visto a Bagheria, nasca così, desso e all’improvviso. Coincidenze? ma ben vengano queste coincidenze anche se a dire il vero noi ci crediamo poco, come abbiamo già detto vedremo se si tratta di rondini di passaggio o dell’arrivo della primavera. Così come crediamo poco ai liberi cittadini che informano con puntualità, dovizia di particolari e punti sottolineati la stampa e che ritengono necessario continuare a coinvolgere i media come se si stesse interagendo con un “avversario politico”.

L’effetto domino nasce da questo, nasce quando leggiamo per la prima volta che qualcuno, oltre noi e pochi altri, parla di senso civico, di cittadinanza attiva, di azioni sul territorio e dell’importanza di essere d’esempio e quando ci rallegriamo di ciò si parla di strumentalizzazione, il tutto suona alquanto strano.
Sig. Sparacino, nessuno vi vuole sponsorizzare, ed infatti i nostri attivisti, 5 e non un paio e per più di un ora e non mezz’oretta ma queste sono piccole inezie, quisquilie, sono venuti ad aiutarvi da liberi cittadini, senza alcun simbolo o elemento identificativo e come sottolinea lei con enfasi, per quel che riguarda i consiglieri comunali ivi presenti, il M5S non ha in alcun modo comunicato o “giornalizzato” la propria partecipazione alle vostre attività. Le nostre comunicazioni ufficiali avvengono di norma solo attraverso i nostri canali: il sito internet, il meetup o le nostre pagine sui social network, la stampa ed i media sono poi liberi di riprendere e pubblicare ciò che desiderano, non mandiamo comunicati o veline.

Si parla di volontariato, di semplice cittadinanza attiva, di assenza di strumentalizzazione politica, però poi se si guarda meglio si vede che tra la composizione del folto numero di “volontari” presenti, tra cui sicuramente molti cittadini veramente liberi e disinteressati, la cui volontà era solo quella di pulire “u rittufilo”, la politica c’entra eccome, tra sindaci, assessori, consiglieri comunali e dipendenti. E poi, sono per caso “volontari” anche i mezzi del COINRES ? perchè saremmo estremamente curiosi di sapere come è stato possibile per un gruppo di cittadini esterni a qualsivoglia appartenenza politica e spinti solo dal disinteressato amore per il bene comune riuscire a procurarsi un auto-compattatore del COINRES, vorremmo saperlo anche noi, sia perchè è spesso arduo riuscire a vederli fare quello per cui sono destinati, ovvero raccogliere i rifiuti, mentre voi ne avete avuto uno tutto a vostra disposizione e addirittura di Domenica mattina e sia perchè, per il futuro, la cosa ci potrebbe tornare sicuramente utile, visto che è nostra intenzione proseguire a lungo con questo tipo di azioni, c’è qualche numero verde da chiamare ? qualche agenzia di noleggio ? o basta chiedere all’Assessore ed al Sindaco ? chissà cosa risponderanno a noi, ci proveremo e vi faremo sapere.

altLeggiamo inoltre sui commenti online che molti cittadini criticano la scelta del Sindaco di presenziare alla pulizia di Corso B. Scaduto giudicandola “esibizionistica“, al contrario noi avremmo apprezzato questo gesto, perchè in questo momento, anche e sopratutto nel nostro territorio i gesti ed i simboli possono essere importanti, però è giusto ricordare che l’Istituzione Sindaco che il Dott. Vincenzo Lo Meo rappresenta è l’Istituzione di tutti i cittadini e tutti i cittadini egli rappresenta, MoVimento 5 Stelle compreso, per cui lo avremmo apprezzato se ci fosse stato il completamento di un gesto lodevole ovvero se l’Istituzione Sindaco si fosse comportata in maniera più istituzionale, più equanime e veramente più disinteressata, passando, anche solo per un saluto, presso la Piazzetta Doglio ma evidentemente il Dott. Lo Meo non la pensa così, egli così facendo ha fatto una chiara scelta politica, legittima per carità ma ha smesso i panni del Sindaco per indossare, ripetiamo legittimamente, quelli dell’esponente politico ma a questo punto da che parte sta realmente la strumentalizzazione ?

Per concludere Sig. Sparacino ma lo ha scritto veramente lei quel comunicato ? noi crediamo che non sia il caso di offendere ulteriormente l’intelligenza dei bagheresi, che sono abbastanza svegli da capire chi c’è realmente dietro tutta questa operazione, per altro lodevole e degna di vivo apprezzamento, per cui evitiamo di parlare di strumentalizzazione politica non è il caso ma invece continuiamo, ognuno per la sua strada a perseguire l’obiettivo di risvegliare le coscienze, tutta la comunità avrà di che giovarne. Così come avrà di che giovarne da azioni di partecipazione civile come queste che sono sempre e comunque da elogiare, non fa differenza se c’è un simbolo dietro o meno e non è una gara a chi arriva prima, noi continueremo senza alcuna volontà di strumentalizzare alcunchè perchè ci mettiamo la faccia senza negare che ci siano anche i simboli, fate altrettanto, la cittadinanza e noi per primi ve ne renderemo il giusto merito.

Noi abbiamo solo voluto puntualizzare che tutte queste attività non fanno altro che andare nella direzione che noi auspichiamo e che le nostre attività non sono volte contro nessuno ma sono a favore della cittadinanza nell’ottica di un complessivo mutamento di cultura, indipendentemente dalla questione politica e di chi amministra o governa, noi continueremo a ringraziare tutti i cittadini che con un simbolo o senza simbolo opereranno nell’ottica del perseguimento di questo cambiamento culturale, senza alcun secondo fine politico … ma evidentemente non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

                                                                   Movimento 5 Stelle Bagheria

Nelle foto gli attivisti del Movimento 5 stelle ripuliscono Piazzetta Carlo Doglio a Bagheria

   

Non siamo nè grillini, nè cicale, nè formiche, ma cittadinanza attiva

Cronaca

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

alt

Scrivo a nome del gruppo di volontari che domenica scorsa si è dedicato alla pulizia del “rittufilu”. 

La nostra è stata un’iniziativa esclusivamente di cittadinanza attiva ed avevamo chiesto che nessuno strumentalizzasse il momento.

E in effetti sarebbe stato così se il “Movimento Cinque Stelle” non avesse interferito al punto da inserire nei propri comunicati e articoli il loro “effetto domino”. La nostra non è stata la tessera di nessun gioco da tavola, ma semplicemente la consapevolezza che la nostra Città è bene comune e che in un momento così difficile per l’amministrazione comunale diventa più che mai importante che ognuno dia una mano. È quella di domenica è stata la dimostrazione che il grado di sensibilità e responsabilità della nostra comunità comincia ad essere più maturo e pratico.

Gradita la partecipazione per una buona mezzora di un paio di ragazzi del “Movimento Cinque Stelle”, così come gradita la partecipazione del “Club Alpino Italiano” che ha visto tra l’altro anche la presenza del presidente regionale, molto più gradita la partecipazione del Sindaco e vice Sindaco di Bagheria e di solo due consiglieri comunali che senza avere la necessità di comunicare la loro presenza prima né di giornalizzarla dopo hanno lavorato dalle ore 06,30 alle ore 11,00 senza pause. Il Sindaco è stato silenziosamente impegnato con il decespugliatore, il vice Sindaco a raccogliere i rifiuti e i due consiglieri con l’autocompattatore a caricare i sacchi. E in tutto questo la cosa più importante è che sono stati presenti dall’inizio alla fine volontari tra i volontari, cittadini bagheresi innamorati del proprio territorio e delle sue risorse. 

altLo spirito di questa iniziativa è solo senso civico! Non evento eccezionale ma espressione della normalità. Normalità significa sì pagare le tasse ed avere un servizio ma significa soprattutto riconoscere che la Città che vivo è appunto bene comune. E la cosa più emozionante è stato vedere diversi passanti fermarsi e senza mostrare la propria carta di identità o esternare il proprio grado o ruolo sociale, hanno preso pala e scopa e si sono messi a raccogliere rifiuti.
Non vogliamo polemizzare con nessuno ma chiediamo che le nostre iniziative si commentino da sole senza la necessità di indossare stelle o stelline, senza che nessuno si assuma l’onere della sponsorizzazione. 

Domenica 24 giugno p.v. completiamo la pulizia della restante parte di viale. Alle ore 06,30 appuntamento nei pressi delle cantine della vini Corvo. L’invito è esteso a tutti nessuno escluso, compreso i ragazzi del “Movimento Cinque Stelle”. 

Salvatore Sparacino e i volontari di domenica
 

   

Volontari e grillini ripuliscono 'u rittufilu' e piazzetta Carlo Doglio

Cronaca

Valutazione attuale: / 16
ScarsoOttimo 

alt

Una domenica mattina spesa per rendere più pulita la città: lo hanno fatto una trentina di semplici cittadini volontari e un gruppo di aderenti al Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo.

Corso Baldassare Scaduto e piazzetta Carlo Doglio, (quella che sorge di fronte all'asilo nido di via Costantino dedicata al grande urbanista che insegnò a Palermo e visse a Bagheria negli anni '70),  sono rispettivamente gli obiettivi di un gruppo di bagheresi di buona volontà e degli aderrenti al Movimento 5 Stelle.

 Si ritrovano tutti assieme di buon mattino , alle 6.30  all'inizio di corso Baldassare Scaduto all'incrocio con la strada statale 113, armati di forbici e tagliaerba, scope, guanti e pale ed assieme iniziano l'opera di ripulitura dalle erbacce, di fogliame e pezzi di legno, di bottiglie di vetro e sacchetti di plastica, insomma di tutto  quanto contribuisce a rendere lerci e impraticabili i marciapiedi.

Iniziano con grande lena, poi gli attivisti di Cinque Stelle, dopo una prima fase di lavoro comune, si spostano nella piazzetta Carlo Doglio, dove avevano dato appuntamento ai cittadini.

Al lavoro ci sono anche il sindaco Lo Meo, che maneggia con grande perizia un tagliaerba, l'assessore Piero Tornatore, l'ex assessore Pippo Ferrante ed i consiglieri Massimo Mineo e Giovanni Amari, qualche dipendente comunale, qualche residente nello stesso corso Baldassare Scaduto.

Ognuno ha un compito ben definito e sono suddivisi in squadre: c'è chi taglia le erbacce, chi scopa, chi poi raccoglie tutto dentro grandi sacchi neri che verranno poi caricati su un autocompattatore del Coinres che accompagna i volontari da presso.

Intorno alle 10.30 hanno quasi raggiunto lo stabilimento della vini Corvo, dove, considerato che è arrivato il gran caldo, sospenderanno la loro fatica.

E' una bella immagine che rimane è quella della parte "alta" del corso Baldasssare Scaduto, una delle strade più belle di Bagheria, pulito come non mai.

Stesse scene in piazzetta Carlo Doglio dove sono una decina i militanti di 5 stelle con le loro magliette bianche con la scritta del Movimento di Beppe Grillo.

Anche qui tagliaerba, guanti e scope, per rimuovere rifiuti, cartacce e varie che stazionano colà ormai da tempo immemore.

Due lezioni dalla giornata di oggi: certo non possiamo pensare che i volontari si possano sostituire a chi questi servizi li deve rendere, ma talvolta la buona volontà, il buon esempio, e l'assunzione di responsabilità in prima persona sono l'antidoto migliore per risolvere un problema di immagine e di decoro.

In secondo luogo da domani il compito che spetta a noi cittadini è, se vogliamo, ancora più importante di quanto i volontari hanno fatto oggi: dimostrare cioè di aver "inteso" la lezione, e corso Baldassare Scaduto mantenerlo pulito con i nostri comportamenti quotidiani.

Noi osiamo sperare che prima o poi i bagheresi capiranno.

 

   

Pagina 189 di 346

la tua web tv

Cronaca - le news più lette

areavisiva

IDEA VIDEO editore  -  P.I.: 05704000826

Bagherianews.it - Portale informativo su Bagheria e il territorio. Registrazione Tribunale di Palermo n. 27 del 21/05/2008.  Direttore Responsabile: Angelo Gargano | Capo Redattore: Lorenzo Gargano  | Redattrice: Marina Galioto.
Tutti i diritti riservati. La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita -
Web Master e Design
- Paolo Bonanno - www.areavisiva.com

Accesso utenti