La GdF sequestra 19 quintali di neonata a Bagheria. Sul mercato avrebbe fruttato 50 mila euro

cronaca
Typography

I finanzieri di Bagheria hanno fermato e controllato due furgoni nelle vicinanze degli svincoli autostradali di Casteldaccia e di Bagheria, all'interno sono stati trovati 19 quintali di neonata di pesce.

All’interno dei mezzi sono stati trovati rspettivamente 600 e 1.320 chili di novellame di sarda. I due furgoni, provenienti dalla Calabria si stavano dirigendo verso i mercati ittici di Porticello e di Palermo. I diciannove quintali di neonata avrebbe fruttato 48.000 euro. Il pesce è stato sequestrato e analizzato di sanitari dell’Asp, che lin seguito alle analisi fate ne hanno decretato la non commestibilità per il consumo umano.

 

L’intervento della guardia di finanza ha  evitato che l’ingente quantità di neonata, prodotto sottoposto a rigide norme di tutela fosse  distribuita, venduta  e consumata in condizioni igieniche nn sicure. Un furgone è stato sottoposto a fermo amministrativo ed è scattata una multa da 25.000 euro per il proprietario, per il mancato rispetto delle norme sanitarie. Le violazioni riscontrate sono state segnalate all’ufficio circondariale marittimo di Porticello.