Anche gli studenti bagheresi nel “loro piccolo si incazzano”

cronaca
Typography

Mentre in Francia gli studenti dei Licei per protesta incendiano le scuole a Marsiglia e in altre città, e la contestazione inizia ad allargarsi anche agli atenei Universitari, anche gli studenti bagheresi nel “loro piccolo si incazzano”.

Giovedì 6 dicembre infatti  dalle ore 9:00 si terrà a Bagheria un corteo organizzato dal Coordinamento Studentesco di Bagheria che coinvolgerà gli studentidi tutte le scuole di secondo grado. La manifestazione avrà inizio in Via Dante per poi svolgersi in Corso Butera e in Corso Umberto. La sede centrale del comune sarà la tappa conclusiva del corteo.

Di seguito il testo del volantino diffuso dai rappresetnati degli studenti:

“Le scuole in Italia continuano ad essere inagibili a causa dei continui tagli del governo ai fondi destinati all’istruzione.

A Bagheria molte scuole versano in uno stato di totale degrado:

il liceo F.Scaduto e il liceo artistico R.Guttuso continuano a svolgere le lezioni in plessi dichiarati non idonei, il liceo scientifico G.D’Alessandro risente della mancanza di manutenzione di una delle vie di accesso principali, all’I.T.E.T. Don Luigi Sturzo persiste una situazione di degrado dovuta all’abbandono dell’ex clinica Le Magnolie usata come discarica abusiva, e per concludere l’I.P.S. S.D’Acquisto continua ad avere problemi strutturali *.
Questi sono solo alcuni dei problemi gridati a gran voce dagli studenti bagheresi.
E’ per questo che il Coordinamento Studentesco di Bagheria riunendo tutti gli istituti ha deciso di muoversi e protestare contro questa situazione:
Giorno 6 Dicembre si terrà un corteo studentesco
Ogni scuola partirà dal proprio plesso per incontrarsi tutte insieme davanti la sede centrale del liceo F.Scaduto su via Dante; il corteo terminerà davanti la sede centrale del comune di Bagheria su Corso Umberto I.
E’ ora di svegliarsi, è ora di agire”.

- Coordinamento studentesco bagherese

P.S. Il coordinamento studentesco comunica che l'ips Salvo D'Acquisto di Bagheria non presenta problematiche strutturali come erronamente enunciato nel comunicato.