Sicilia in ginocchio per il vento, a Bagheria raffiche oltre i 100 km/h - FOTO

cronaca
Typography

E' una Pasquetta rovinata dal fortissimo vento proveniente dai quadranti sud orientaliche soffia  su Sicilia, Sardegna e le regioni centro meridionali.

Il fenomeno ha raggiunto il livello di burrasca, con raffiche di vento che al momento hanno raggiunto 132km/h a Termini Imerese, 114km/h a Falcone, 113km/h a Pantelleria, 111km/h a Bagheria, 100km/h a Trapani, Marineo e Pace del Mela, 92km/h a San Saba, 87km/h a Messina, 85km/h a Brolo, 82km/h a Villagrazia di Palermo.

Lo scirocco sta facendo aumentare considerevolmente le temperature registrate al mattino,, in Sicilia spiccano valori termici esagerati con +29°C a Carini, +28°C a Capaci, +27°C a Punta Raisi, +25°C a Termini Imerese, +24°C a Villagrazia di Palermo, +23°C a Palermo, Barcellona Pozzo di Gotto e Piraino, +22°C a Bagheria e Brolo.

Danni e disagi anche a Bagheria e nell'hinterland dove è stata diramata allerta gialla dalla protezione civile. Vengono segnalati moltissimi rami e alberi caduti e guasti elettrici in tutto il territorio. A Bagheria una struttura il legno è stata divelta dal vento precipitando in strada, siamo nel centro storico in via Savonarola, e  provocando tanta  paura ai residenti. Nuerse le segnalazioni di tendoni, impalcature e gazebo divelti dal vento in tutta il territorio di Bagheria e dintorni. 

57403844 2286701288285562 9134107266230779904 n

Il forte vento ha provocato l’interruzione della linea ferroviaria Messina-Palermo in più punti: nel Messinese, dalle 6.50, è interrotto il tratto fra Caronia e Santo Stefano di Camastra per la presenza di un albero sui binari. Sospesa la circolazione anche fra Barcellona e Patti, sia sulla linea ‘lenta’ che su quella ‘veloce’, per guasti all’alimentazione elettrica dei treni causati dal forte vento e per la presenza di un telone sui fili fra le stazioni di Oliveri-Tindari e Novara-Montalbano-Furnari. Tecnici di Rete ferroviaria italiana, del gruppo Fs italiane, con un carrello, stanno effettuando una ricognizione della linea per la verifica dell’alimentazione elettrica. Intanto Trenitalia, del gruppo Fs italiane, ha attivato un servizio sostitutivo con autobus fra Barcellona e Palermo e tra Cefalù e Messina per fare fronte all’emergenza.

Il forte vento di scirocco tiene bloccati nel porto di Milazzo aliscafi e traghetti dirette alle Eolie anche nel giorno di Pasquetta. A causa delle avverse condizioni meteo le isole minori dell’arcipelago sono prive di collegamenti marittimi da due giorni. Molti turisti quando i collegamenti erano ancora operativi hanno anticipato il loro rientro da Lipari. Le violente mareggiate hanno causato nuovi danni alle strutture portuali. Colpiti dai marosi i primi pontili galleggianti di Marina Lunga, alcuni dei quali sono stati danneggiati. Disagi nel porto rifugio di Pignataro dove alcuni natanti hanno rotto le cime. Danni ingenti sono stati registrati anche nelle campagne per il forte vento, soprattutto nei vigneti.

A causa del forte vento di scirocco restano ancora interrotti anche i collegamenti per Ustica, con il traghetto e l’aliscafo fermi in porto. Lo scirocco che sta sferzando l’isola sta creando disagi lungo le autostrade e le statali, e in particolare: sulla Palermo-Mazara del Vallo, vicino Montelepre e sui viadotti delle autostrade Palermo-Messina e Palermo-Catania; sulle strade statali 113, nei pressi di Cerda, e sulla Palermo-Sciacca, vicino Altofonte.

FOTO 

57459375 1981842518591554 5322986032038150144 n

57611645 2245446912387962 6228606983348420608 n

58373206 2044023225901049 2151231135814778880 n

 

57429712 2872187006154623 2801339955790479360 n