Weekend di controlli dei Carabinieri a Palermo e provincia

Weekend di controlli dei Carabinieri a Palermo e provincia

cronaca
Typography

Nel corso del week-end i carabinieri del comando provinciale di Palermo hanno effettuato in città ed in provincia, un servizio straordinario di controllo del territorio.

Nel capoluogo sono tre gli arrestati, A.a. 48enne, L.V.a. 34enne e P.a. 26enne, il primo per tentata estorsione, gli altri per danneggiamento aggravato.

A.a. fermato dai militari in via Mongitore, era intento a svolgere l’attività di parcheggiatore abusivo, e poco prima dell’arrivo dei carabinieri, aveva tentato di estorcere del denaro ad una donna minacciandola e colpendo ripetutamente sul finestrino dell’autovettura al fine di ottenere la somma richiesta.

L.V.a. e P.a. anche loro parcheggiatori abusivi, sono stati sorpresi mentre tagliavano con un seghetto la catena di delimitazione della riserva naturale di Montepellegrino, di proprietà della regione siciliana, per far parcheggiare le auto dei fedeli diretti al santuario di Santa Rosalia. Sono stati deferiti in stato di libertà altri sei parcheggiatori, due trovati all’interno di un’area del demanio militare in largo Sellerio, i restanti a pochi passi dal centrale teatro Massimo.

Altre due persone sono state denunciate, una per porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere, perché sorpreso in possesso di una chiave inglese di 30 cm, di cui non sapeva giustificare il possesso e l’altra, per evasione in quanto trovata fuori dalla propria abitazione.

Otto persone sono state fermate alla guida di autovetture o motocicli senza avere mai conseguito la patente, e tra i vicoli del centro storico sono state sequestrate 11 bici elettriche, perché modificate con accelerazione manuale, e 10 ciclomotori i cui conducenti circolavano senza casco.

A Bagheria il 37enne M.v. è stato arrestato nella sua abitazione, dove i carabinieri hanno rinvenuto 30 grammi di hashish. In un cantiere edile di Ficarazzi gli uomini dell’Arma supportati da quelli del Centro Anticrimine Natura, hanno denunciato tre persone per gestione di rifiuti non autorizzata, sequestrando due container contenenti residui di demolizione e materiale edile, nonché un’area di circa 600 mt. Al termine del controllo di due attività commerciali, effettuato con i carabinieri del N.A.S., sono state contestate violazioni amministrative per un importo totale di 6.000 €.

A Monreale i Carabinieri hanno denunciato 5 persone per guida in stato di ebbrezza e segnalato 10 tra giovani e giovanissimi alla Prefettura, perché assuntori di sostanze stupefacenti. Un 19enne monrealese è stato denunciato resistenza a pubblico ufficiale, perché nonostante i militari gli avessero intimato l’alt, si era dato alla fuga, venendo però bloccato alcune decine di metri dopo, accertando la mancanza della copertura assicurativa. Sei automobilisti sono risultati positivi all’alcol test, tre con livelli al di sopra della soglia penale. Per loro, oltre al ritiro della patente ed al sequestro del veicolo, è scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza, mentre ai restanti è stata contestata una violazione amministrativa. Un 31enne fermato alla guida dell’autovettura, è risultato positivo alla cocaina. E stato denunciato per guida sotto l’effetto di stupefacenti oltre al sequestro del mezzo ed al ritiro della patente.

Durante i controlli sono state elevate 64 sanzioni amministrative, per altrettante violazioni al codice della strada, per un importo complessivo di quasi 54.000 €.