Aggiudicato all'asta il "Pastificio Tomasello" a Casteldaccia, top secret l'acquirente

Aggiudicato all'asta il "Pastificio Tomasello" a Casteldaccia, top secret l'acquirente

cronaca
Typography

Casteldaccia. E’ stato aggiudicato all’asta, martedì scorso, per oltre 1 milione di euro, nel Tribunale di Termini Imerese (Pa), l’immobile dove per oltre 60 anni, a Casteldaccia, ha avuto sede lo stabilimento del pastificio Tomasello, chiuso da ottobre del 2014 e nel quale lavoravano una sessantina tra operai e impiegati.

A seguito della chiusura, da parte dei proprietari, motivata da uno stato di crisi, era arrivata l’istanza di fallimento presentata dai dipendenti, di conseguenza si era giunti alla definitiva chiusura del pastificio.

«Apprendo ora la notizia, che mi desta non poche emozioni e sentimenti contrastanti, ma non posso che augurarmi che possa presto ritornare nello stabilimento di Casteldaccia la produzione di pasta», dice all’ANSA Margherita Tomasello, vice presidente di Confcommercio Palermo ed ex proprietaria. Top secret il nome della società che ha acquisito l’immobile, ma non i macchinari e le apparecchiature relative alla produzione. «Si tratta di una aggiudicazione provvisoria - spiega l’avvocato Roberto Battaglia, curatore fallimentare - adesso la società avrà 120 giorni di tempo per definire l’acquisto, al momento è stato presentato il 10% di acconto come previsto dalle procedure». Secondo indiscrezioni, ad acquistare lo stabilimento sarebbe una società collegata al pastificio Poiatti di Mazara del Vallo. Ma l’azienda contattata al telefono dall’ANSA, per bocca di una portavoce di Maurizio Poiatti ha risposto che «il presidente è fuori sede per lavoro e non si può confermare la notizia».