Il vangelo che la chiesa non ti farebbe mai leggere- di Giuseppe Gargano

cultura
Typography

“Non c'è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto. Pertanto ciò che avrete detto nelle tenebre, sarà udito in piena luce; e ciò che avrete detto all'orecchio nelle stanze più interne, sarà annunziato sui tetti.”

Nel corso dei secoli il ruolo preponderante assunto dal Nuovo Testamento ha annullato, quasi completamente la discussione su qualsiasi altro materiale del primo cristianesimo. Nel suo libro, Tim Newton, bibliografo e professore universitario, riempie parte di questo vuoto.
Nel dicembre del 1945, nella regione nota come Nag Hammadi, un contadino dal nome di Mohammed Alì, ritrova una giara di terracotta, contenente al suo interno tredici antichi volumi in papiro, ed alcuni fogli sparsi che vennero utilizzati per accendere il fuoco. I documenti erano stati probabilmente nascosti nella seconda metà del IV secolo, durante una purga di quelle che vengono ancora considerate dottrine eretiche. Tra i testi ritrovati il Vangelo di Tommaso, ricco di parabole e detti inediti di Gesù.
Dalla morte di Gesù, a circa i sessanta anni successivi, la tradizione venne mantenuta oralmente fin quando fu necessario che si iniziasse a mettere per iscritto quanto fin a quel tempo tramandato. Può sembrare paradossale ma i primi “scritti” sono le lettere di Paolo ai cristiani di Tessalonica, in Grecia. In sostanza in primo che scrive di Gesù è un esattore delle tasse romano, che non l’ha mai conosciuto, se non per avergli parlato in una visione mistica sulla via di Damasco.
Nel libro di Tim Newton, si ha l’opportunità di conoscere un Gesù “diverso”, circondato da fratelli, figli della stessa madre e dello stesso padre, di un uomo che non aveva nessuna intenzione di fondare una religione in quanto ebreo!, di un Maestro, cresciuto tra la setta degli esseni dalla quale aveva imparato metodi di guarigione sconosciuti all’epoca. Anche di un Gesù, marito di una donna che la chiesa ha preferito per secoli fare passare per prostituta piuttosto che per moglie di Gesù. Un uomo che ha lanciato un messaggio universale, quello dell’Amore, sotto ogni forma, messo sulla croce dell’axis mundi per salvare l’umanità intera.
Nessuno ha intenzione di urtare la sensibilità del lettore, ma è giusto che si conoscano anche altre versioni, i quattro vangeli detti canonici, sono stati riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa come dogma di fede e canone della Sacre Scritture col Concilio di Trento (1545-1563), contengono tra loro numerose incongruenze e raccontano in maniera totalmente diversa alcuni avvenimenti fondamentali. Un esempio per tutti, la frase pronunciata da Gesù subito prima di spirare compare nei vangeli addirittura in tre versioni completamente differenti: "Tutto è compiuto" secondo Giovanni; "Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito" secondo Luca; "Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato ?" secondo Marco e Matteo. Solo gli occhi aperti possono scoprire che l'universo è il libro della più alta Verità.
Simon Pietro disse loro: “Cacciate via Maria, perchè la femmine non sono degne della vita”.Gesù disse: “Io le insegnerò a diventare maschio, perchè anche lei possa divenire uno spirito vivo simile a voi maschi. Poichè ogni femmina che si farà maschio entrerà nel Regno dei cieli.”
Vangelo di Tommaso

Vi lascio con questo sublime e sibillino passaggio del vangelo di Tommaso, che non va preso alla lettera ma interpretato; o magari fatevelo spiegare dal parroco o dalla vostra guida spirituale qualunque essa sia delle 30.547 religioni, dottrine, scuole filosofiche, credenze, sette, culti tribali esistenti al mondo.

 Giuseppe Gargano