Bagheria teatro di una mostra-corteo di Carretti Siciliani

cultura
Typography

Un evento dedicato all carretto siciliano, uno dei simboli tradizionali della Sicilia e di Bagheria, si svolgerà il 7 e 8 luglio prossio a Bagheria.

Ad organizzarlo l’associazione culturale “San Giorgio Bagheria”.

Il programma prevede una sfilata di ouna 30 circa di carrettii non solo di realizzazione bagherese ma provenienti anche da altre province dell’Isola, il corteo si terrà domenica 8 luglio, a partire dalle ore 17,00 e sino alle 21,00, lungo le principali arterie della città. Durante la manifestazione la professoressa Nina Giambona narrerà le storie e le tradizioni del carretto in piazza Madrice, titolo dell’intervento “Il tour del carretto” e illustrerà le varie tipologie dei carretti nell’attesa che arrivi il corteo dei carretti.

Sabato 7, dalle 11,00 alle 21,00, si terrà invece  la mostra di opere dei fratelli Ducato ed un’estemporanea di pittura del maestro Michele Ducato.

L’esposizione dei carretti provenienti da tutte le province metterà in rilievo le differenze di realizzazione, di costruzione e pittura.

L’associazione San Giorgio, che ha lo scopo di diffondere e valorizzare la cultura popolare siciliana attraverso la realizzazione di eventi rivolti allo studio e alla conoscenza della stessa cultura, auspica che l’evento possa diventare un evento rcon cadenza annuale.

L'obiettivo della manifestazione del 7 e dell'8 luglio è quello di mettere insieme ed esporre le diverse tipologie di carretto siciliiano ancora rintracciabili, mettendo in evidenza le diversità strutturali e decorative.
"Si possono identificare tre macroaree in cui il carretto assume forme e decorazioni diverse"- sottolineano gli organizzatori – "l'area del palermitano, quella del trapanese e quella del catanese". La sfilata di giorno 8 luglio darà alla cittadinanza la possibilità di vedere ciascuno dei differenti tipi di carretto.
L'evento sarà inoltre impreziosito dalla mostra di Michele Ducato, che esporrà in corso Umberto pezzi dei fratelli Ducato e alcune sue opere e sarà aperta per i due giorni. Giorno 8 sarà installato in Piazza Madrice un maxi schermo da cui si potrà ascoltare la narrazione della professoressa Nina Giambona, esperta di folklore e tradizione siciliana, che parlerà delle tradizioni del carretto con il suo "Il tour del carretto.

"Una tra le tante forme di folklore siciliano, e forse quella più rappresentativa, è quella del carretto" – spiegano gli organizzatori dell'evento – "Il carretto era uno strumento di lavoro utilizzato in tutta la Sicilia; la sua diffusione ad usuale mezzo di trasporto si deve al miglioramento della viabilità, che ha trasformato molte vecchie mulattiere in trazzere carrabili. Tuttavia negli anni '60, con la diffusione dei veicoli a motore, il carretto è passato da strumento di lavoro a oggetto di collezione. Questa 'necessità' si è trasformata nel tempo in vera e propria decorazione artistica".