Gabriele Tornatore nuovo Presidente dell'Associazione "Parru Cu tìa"

cultura
Typography

L'associazione bagherese Parru cu tia il 29 e il 30 settembre sarà presente al Piccolo Parco Urbano con un banchetto di informazioni e vendita di libri acquistabili con offerta libera.

L'associazione Parru cu tia ha da poco eletto il suo nuovo presidente: Gabriele Tornatore. "Gabriele è stato da sempre un membro attivo del direttivo con la massima resposabilità della sede e il principale artefice della web radio di Parru cu tia attiva da circa un anno" – commenta il vice presidente Alessandro Spagnolo – "L'ex presidente, Giovanni Giordano, quando ha rinunciato all'incarico ha proposto il nome di Gabriele Tornatore e tutto il direttivo e i soci hanno accolto la proposta positivamente, eleggendo il nuovo presidente all'unanimità".
Gabriele Tornatore viene descritto come una persona matura, che sa prendere decisioni in maniera imparziale con una saggezza ereditata dall'ex presidente Giordano.
"Sono molto felice di questo incarico" – afferma Gabriele Tornatore – "e mi impegnerò affinché l'associazione continui a crescere. Alcune attività che hanno avuto un notevole successo in passato saranno riproposte, ma abbiamo in mente di organizzare nuovi eventi".
Con il cambio di presidente, i membri del direttivo e i consiglieri sono rimasti gli stessi, proprio per sottolineare quanto il pensiero e quindi il modo di gestire l'associazione del nuovo presidente sia simile a quello del presidente passato.
"Mi impegnerò ad aumentare il numero delle attività da poter svolgere nella nostra sede" – continua il presidente – "in modo da dare la possibilità a più cittadini possibili di conoscere la Casa di Giuseppe Francese".
Parru cu tia sta lavorando inoltre a una serie di attività da svolgere nelle scuole bagheresi per sensibilizzare le nuove generazioni a temi come quello della legalità, della lotta alla mafia, della salvaguardia del territorio.
"Vorremmo far conoscere alle nuove generazioni tutti quei personaggi che hanno lottato per la legalità e che sono stati uccisi dalla mafia. La sede di Parru cu tia, grazie all'intervento dell'associazione A testa alta, è diventata centro di archiviazione dell'antimafia ed è stata arricchita da pannelli che riportano la storia di diversi giornalisti uccisi dalla mafia".

Stefania Morreale