Qualcuno fermi la costituzione della Società per azioni del Comune di Bagheria

Politica
Typography

"Ci stupiamo come l’amministrazione cinque stelle che a parole fa della legalità un baluardo della propria azione politica, si ostini ad operare contro ogni parere e logica di razionalizzazione della spesa su una fantomatica SPA.

Presentandola come una grande novità e risorsa per il nostro paese, dopo l’esperienza pessima e fallimentare della società compartecipata come il COINRES definito dallo stesso sindaco un mostro a sette teste, adesso lo stesso movimento cinque stelle vuole costruire lo stesso mostro probabilmente con più teste, ma soprattutto in violazione dei principi contenuti del Decreto legislativo 19 agosto 2016 n.175.
Inoltre ricordiamo che anche il collegio dei revisori dei conti ha dato parere negativo alla proposta di avviare la start-up della società S.p.a. e da non sottovalutare che all’interno della deliberazione di giunta non viene inserito il codice di bilancio di riferimento che per legge dovrebbe essere il l titolo 3 di competenza del consiglio comunale, (in quanto variazioni di bilancio) e non di giunta come ha fatto l'amministrazione Cinque con la deliberazione n.78.
Ci auguriamo che perlomeno il Dirigente finanziario abbia la lucidità di stoppare tale iter poco chiaro e confuso, per non incorrere ad irregolarità e scelte poco oculate.
Si richiede un immediato tavolo tecnico alla presenza del prefetto, dell’ assessore a gli enti locali, segretario generale del comune di Bagheria, dirigente Finanziario del comune di Bagheria e sindaco Cinque con assessore di competenza.
Inoltre nel rispetto della Città e dei cittadini invieremo tutti gli atti all'autorità anticorruzione per l'opportuna chiarezza, per fare luce sulla vicenda"

I Consiglieri Comunali: Piero Aiello, Biagio Gino D'Agati, Carmelo Gargano e Maurizio Lo Galbo