Il consiglio comunale approva l'istituzione di una commissione d'inchiesta sul Museo Guttuso

Politica
Typography

Nella seduta di ieri, martedì 18 aprile, il consiglio comunale di Bagheria ha votato favorevolmente l'istituzione di una commissione d'inchiesta sulla gestione del finanziamento per il potenziamento del Museo Guttuso a Villa Cattolica.

La votazione ha avuto il seguente esito, tra i venti presenti al momento del voto in aula, 7 sono stati gli astenuti: Marco Maggiore, Gaetano Baiamonte ,  Mariano Ventimiglia, Giusy Chiello, Francesco Paladino, Claudia Clemente, Valentina Scardina .

13 i voti favorevoli: Alba Elena Aiello, Romina Aiello, Angelo Barone, Giuseppe Cangelosi, Massimo Cirano, Biagio Gino D'Agati, Emilio Finocchiaro, Carmelo Gargano, Giuseppe Giammarresi, Maurizio Lo Galbo, Maddalena Vella, Emanuele Tornatore, Filippo Tripoli. 

Nessun voto contrario. 

La Commissione d'inchiesta, che dovrà ora essere ratificata con un atto da parte della Presidenza del Consiglio comunale, sarà composta da un componente di ciascun gruppo presente in consiglio e non avrà nessun costo per la collettività, per i componenti infatti non è previso alcun rimborso o gettone di presenza.

La commissione si occuperà di studiare e approfondire tutti i documenti relativi ai progetti presentati e finanziati per la riqualificazione del plesso monumentale di villa Cattolica.
In particolare si occuperà e cercherà di approfondire tutte le spese con i relativi rendiconti e soprattutto capire se sono state realizzate tutte le opere ed i relativi servizi. Potrà anche  approfondire anche tutti i progetti finanziati del passato.

La commissione è stata richiesta dai consiglieri dell'Intergruppo Bagheria 2.0, che nei mesi scorsi hanno approfondito la vicenda, portandola all'attenzione dell'opinione pubblica. I consiglieri avevano riscontrato presunte anomalie riguardanti le gestione del finanziamento per il Museo, che andranno adesso chiarite in sede di commissione d'inchiesta.