Quanto costano alla collettività i consiglieri comunali di Bagheria?

Politica
Typography

Con determina del 25 luglio 2017 sono stati liquidati ai consiglieri comunali di Bagheria i compensi relativi alle sedute di commissione e consigli comunali di maggio 2017.

Relativamente a commissioni e consigli comunali svoltisi a maggio, il totale liquidato ammonta ad euro 17.300. Il dato che salta agli occhi guardando la griglia in basso è l'altissimo numero di sedute di commissione a cui hanno partecipato alcuni consiglieri comunali 20 Paolo Amoroso, 21 i consiglieri Giammarresi e Chiello (M5s), 22 Biagio D'Agati (Sarà Migliore). Spiccano anche gli zeri accanto al consigliere Carmelo Gargano che da molti mesi è residente fuori Bagheria. Ogni presenza attribuisce un gettone che ammonta ad euro 56,03 lordo. I compensi dei consiglieri hanno un tetto massimo 1,315,91 euro mensili, che è stato raggiunto (e superato) dai soli consiglieri D'Agati e Chiello. Alcuni consiglieri fanno parte di più d'una commissione.

Tutti i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle e il consigliere di opposizione Filippo Tripoli,  decurtano il 30% dei loro compensi, che non viene quindi liquidato ma accantonato nel bilancio comunale. 

I consiglieri che a maggio hanno percepito di pù sono Biagio D 'Agati con 1315,91 euro; Paolo Amoroso con 1,288,69 euro e sono gli unici a superare la soglia dei mille euro. Appena sotto ci sono i consiglieri del Movimento 5 stelle Giuseppe Giammarresi e Giusy Chiello che, nonostante la decurtazione del 30%, percepiscono ripettivamente 941,30 euro e 902,08 euro. Seguono via via gli altri. Chiudono la classifica, a parte Gargano che non ha collezionato nessuna presenza e percepisce quindi zero, il consigliere del M5s Francesco D'Anna, Professore alle scuole superiori, che percepisce appena 78,44 euro avendo partecipato a due consigli comunali ma a nessuna seduta di commissione; segue Mariano Ventiiglia (M5s) che ha partecipato soltanto a 3 commissioni e 2 consigli comunali e porta a casa, al netto della detrazione del 30%, la cifra di 196,10 euro. Le somme liquidate ad ogni consgliere sono da considerarsi lorde.

C'è quindi molta differenza di interpretazione del ruolo di consigliere comunale e quelli più "stancanovisti" vedono a fine mese accumularsi nelle loro tasche un gruzzoletto non indifferente.

Ma cosa fanno i consiglieri comunali durante le sedute di commissione? sono davvero utili alla collettività più di 20 sedute di commissioni consiliari al mese?, quasi una al giorno se si escludono i festivi. 

Il costo del consiglio comunale è calato in questi ultimi anni soprattutto perchè i consiglieri comunali non fanno più ricorso in maniera indiscriminata allo strumento, previsto però dalla legge, del rimborso da parte del Comune ai datori di lavoro per lo svolgimento di un loro dipendente della carica di consigliere comunale. 

Ma per ridurre i costi della politica ed aumentare la trasparenza da più parti si era pensato di ridurre il numero di sedute di commissione e trasmetterle in streaming sul web, per consentire ai cittadini di conoscere e informarsiin maniera autentica e senza filtri sugli argomenti trattati. Invece il tema, importante e centrale per restituire ai cittadini  fiducia nelle istituzioni, quello della sobrietà e della trasparenza nella politica, è caduto nel dimenticatoio. Sarà che forse "Canis canem non est"?

liquidazione consiglieri maggio2017

Scarica la determina di liquidazione