Bando da 500 mila euro dell'Asp per la realizzazione del nuovo PTE di Bagheria

Politica
Typography

Bagheria (Pa), 17.11.2017 - Si stringono i tempi per il trasferimento del PTE (Punto Territoriale di Emergenza), l’attuale presidio territoriale di emergenza presente a via papa Giovanni nella più consona ed ampia sede di via Capitano Luigi Giorgi messa a disposizione, in comodato gratuito, dal Comune di Bagheria all’Asp di Palermo.

 Il servizio verrà fornito in un bene confiscato alla mafia.

E’ di oggi la notizia diffusa dall’ASP (Azienda Sanitaria Provinciale) che è stata bandita la gara di appalto per un importo di 519 mila di euro per realizzare appunto il nuovo Pte di Bagheria.

Il presidio sorgerà in un’area a piano terra di 350 mq di via Luigi Giorgi Capitano dove troveranno ospitalità anche il nuovo Centro Vaccinazioni ed il Servizio di Continuità assistenziale (ex Guardia Medica) e la postazione del 118.

Accoglie positivamente la notizia il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque che ringrazia l’azienda, ed in particolare il commissario dell’Asp di Palermo, Antonio Candela per aver dato velocità a questa procedura. “La città di Bagheria ,ed il suo comprensorio, ha la necessità di poter contare su un Presidio di soccorso e su servizi sanitari efficienti e siamo lieti che la nostra proposta sia stata accettata da Asp, che ci sia stata una proficua sinergia e che venga utilizzato a tal scopo un ben confiscato alla mafia che torna all’uso da parte della comunità”.

“Le nostre Amministrazioni hanno dato prova tangibile di integrazione e sinergia per migliorare la sanità pubblica” - ha detto Candela al sindaco Cinque.

L’Asp fa inoltre sapere che sono stati eseguiti interventi anche nella vecchia struttura di via papa Giovanni XXIII, e che è stato raddoppiato l’organico del medico di turno nelle ore mattutine e pomeridiane.

Ufficio stampa comunale