Completati dei lavori di adeguamento "lampo" al Pronto soccorso di Bagheria

Politica
Typography

La scorsa settimana, in un solo giorno, l'Asp ha fatto due annunci molto importanti per il territorio di Bagheria, dopo che a lungo la questione sanità era rimasta nel limbo, avvolta in una fitta nebbia.

E' stato annunciato l'immimente bando da 500 mila euro per la creazione del nuovo pte , frutto di un protocollo d'intesa con il comune di Bagheria che fornirà i locali (un bene confiscato alla mafia). 

E' stata poi comunicata  la conclusione dei lavori di adeguamento nell'attuale pte di via Papa Giovanni , che negli ultmi mesi è stato nell'occhio del ciclone per alcuni fatti di cronaca. 

Ma ci sarà stato un input esterno che avrà causato questa brusca acdelerazione su un  tema così sensibile per i cittadini? ... Noi abbiamo ragione di credere di si .

Nelle settimane scorse infatti è trapelata negli ambienti dell'Asp l'indiscrezione che un autorevole programma giornalistico di inchieste della Rai avrebbe voluto realizzare un servizio sulle condizione della sanità in Siclia, e avrebbero voluto fare un salto a Bagheria. 

Come per magia tutto si è sbloccato. In soli 6 giorni. come ha dichiarato il commissario dell'Asp Antonino Candela, sono stati realizzati lavori di adeguamento della struttare del pte di Bagheria e sono stati raddoppiati i medici di turno; è stata anche sistemata una nuova insegna più grande, moderna e visibile.  Oltre a ciò si sono fatti passi importanti in avanti nelll'iter burocratico per lo spostamento del pte nei nuovi locali con l'emissione del bando. Notizie che sia ben chiaro sono estremamente positive.

Sarà stato il timore di ripercussioni mediatiche a stimolare i provvedimenti degli ultimi giorni ? Non ne abbiamo la certezza, ma in fondo la risposta cambia di poco l'orizzonte;  ciò che è più utile registrare è infatti il risultato positivo prodotto per la collettività.