È finita la pacchia…sono arrivate le strisce blu! - di Movimento Senza Potere

Politica
Typography

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Finalmente sono arrivate le strisce blu, come il settimo cavalleggero. Ricordate i film western, quando i coloni attaccati dagli apache, venivano salvati all’ultimo momento dall’arrivo trionfale del settimo cavalleggero?

Allo stesso modo immaginate l’arrivo delle strisce blu, come il settimo cavalleggero, che ci salveranno dall’incuria, dal degrado, dal caos. Dopo quattro anni di grillismo, abbiamo scoperto che le strisce blu sono la vera arma rivoluzionaria dell’amministrazione grillina.
Cittadini la pacchia è finita. O filate dritto o le strisce blu vi puniranno implacabilmente
Crediamo che nessun al mondo avrebbe mai immaginato la forza dirompente delle strisce blu. Come al solito, le passate amministrazioni non hanno avuto l’intelligenza amministrativa di risolvere tutti i problemi della nostra città con delle semplici strisce blu.
A noi un dubbio sorge. Un legittimo dubbio. Come mai in una città in pieno degrado, in tutti i sensi, le strisce blu stanno proliferando (a parte in qualche “fortunata” area) come alghe tossiche? In questo caso ci rivolgiamo ai cittadini, termine molto amato dai grillini, che vivono la città in modo epidermico, e non in modo virtuale, dove le verità vengono annebbiate e la disinformazione supera l’informazione.
Alcuni giorni fa l’Ufficio stampa del Comune di Bagheria ha diffuso un comunicato in cui l’AMB (Azienda Multiservizi di Bagheria) seleziona personale per mansioni di ausiliari della sosta nelle aree di concessione da parte del Comune di Bagheria. Come bene ricordate l’AMB servizi è una società per azioni con capitale interamente versato dal Comune di Bagheria, costituita in data 04/05/2017. Quindi il Comune di Bagheria è il socio unico di questa società, quasi fantasma.
Sì, quasi fantasma. Perché era scomparsa dai radar della comunità bagherese, tranne risvegliarsi all’improvviso come un vulcano: seleziona personale.
Dovete sapere che la nostra amministrazione non può fare assunzioni in quanto il Comune è in dissesto. Allora l’AMB diventa la gallina dalle uova d’oro, perché la utilizzano per fare le assunzioni a loro non consentite dalla legge sul dissesto. Soltanto che hanno sottovalutato un piccolo particolare: essendo l’AMB una società a capitale interamente pubblico, cioè del Comune di Bagheria, tutti i costi da essa sostenuti ricadono a cascata sui conti del Comune. In questo caso si parla, forse, di bilancio consolidato. Termine che a molte amministrazioni comunali fa paura. Abbiamo un esempio lampante: nel 2017 i Revisori dei Conti del Comune di Roma, amministrato dalla famosa Sindaca grillina, Virginia Raggi, espressero parare non favorevole all’approvazione del bilancio consolidato anno di esercizio 2016, in quanto le risultanze esposte in bilancio non rappresentavano in modo veritiero e corretto la reale consistenza economico patrimoniale e finanziaria del gruppo amministrazione pubblica di Roma Capitale. Ovviamente addosso ai Revisori che ostacolavano l’amministrazione del cambiamento. Più del cambiamento delle tre carte!
In modo molto semplice, e non tecnico, abbiamo voluto spiegare come l’AMB, in un futuro molto prossimo, potrebbe diventare un macigno pesantissimo per i conti, già abbastanza dissestati, del nostro Comune.
La messa in funzione di questa società a capitale interamente pubblico denota l’ incapacità a trovare soluzioni ai reali problemi della città, ma allo stesso tempo crea un’aspettativa assunzionale il cui risvolto potrebbe quello di una nuova massa di precariato.
Oggi le strisce blu, domani qualcos’altro. E’ l’inizio di una corsa verso il baratro finanziario del nostro Comune? Speriamo che l’amministrazione si renda conto che la nostra comunità non può sopportare un ulteriore indebitamento.
La nostra è una amara ironia, con la quale abbiamo voluto semplicemente far sì che le persone possano riflettere e farsi una propria idea. Non siamo portatori di verità assolute, come pensiamo nessuno lo è , ma vogliamo semplicemente lanciare dei messaggi con i quali potersi confrontare in modo civile. Ognuno con le proprie idee.
Permetteteci di concludere con due perle dei nostri Vice Presidenti del Consiglio, Salvini e Di Maio…Conte non pervenuto.
Salvini: ”Schediamo i Rom”.
Di Maio” Prima dei Rom schediamo i raccomandati della Pubblica Amministrazione”.

La pacchia è veramente finita!!! E’ il momento di fare una seria riflessione.

Movimento Senza Potere