Nell'area Pip in contrada Monaco sorgerà un centro comunale di raccolta rifiuti

Politica
Typography

Bagheria, 04/09/2018 - In attesa della definitiva realizzazione del CCR – Centro comunale di raccolta finanziato secondo quanto previsto dal decreto regionale dell’assessorato dell’energia e dei servizi di pubblica utilità che verrà allocata presso l’autoparco di contrada Incorvino, l’amministrazione comunale con un’ordinanza contingibile ed urgente firmata dal sindaco Patrizio Cinque, ha attivato, temporaneamente, la realizzazione di un CCR provvisorio nella zona dell’insediamento produttivo di contrada Monaco.

Il centro temporaneo di raccolta dei rifiuti differenziati avrà sede momentanea nell’area parcheggio del Pip Monaco, per sei mesi.

Nello specifico presso questo centro troveranno deposito gli imballaggi di carta e cartone, quelli di plastica, i rifiuti ingombranti, le apparecchiature elettriche ed elettroniche, il legno, gli imballaggi in vetro, i rifiuti biodegradabili anche quelli da cucine e mense ed i rifiuti organici. E’ esclusa la frazione dell’indifferenziato.

Sarà la Amb la società multiservizi a totale capitale pubblico come unico socio il Comune di Bagheria ad allestire il centro comunale di raccolta temporaneo e provvisorio così come si legge nell’ordinanza n. 68 del 2 ottobre 2018 firmata dal sindaco Patrizio Cinque. Amb si occuperà delle opere di manutenzione e del funzionamento del sito come anche dell’autoparco comunale di contrada Incorvino.

Con l’ordinanza che è stata trasmessa a tutti gli organi competenti di controllo, dalla Prefettura all’assessorato regionale all’Energia passando anche per il commissariato di P.S. di Bagheria, si stabilisce che tutte le funzioni di controllo sul centro comunale temporaneo di raccolta, in conformità alle normative vigenti in materia di rifiuti, siano svolte dal comando di polizia municipale diretto dal tenente Salvatore Pilato.

L’amministrazione nelle more della realizzazione del progetto che prevede l’allocazione definitiva del CCR presso l’autoparco di contrada Incorvino ha ritenuto urgente procedere a questa forma temporanea di gestione dei rifiuti per tutelare la salute pubblica e l’ambiente e per non ridurre le percentuali di raccolta differenziata che anzi si auspica continuino a crescere.

Si è infatti registrato, probabilmente anche a causa dell’inizio delle attività dell’ecobus, un notevole incremento della raccolta dei rifiuti differenziati provenienti sia dalle utenze domestiche che da quelle commerciali, ed in particolare della frazione dell’organico. Per questo motivo l’amministrazione ha deciso di attivare il CCR temporaneo.

«Come avevo già anticipato in Consiglio Comunale stavamo lavorando a questa soluzione da tempo» - dichiara il sindaco Patrizio Cinque - «Attendevamo l'affidamento ad Amb per velocizzare la realizzazione del secondo CCr temporaneo e risolvere la problematica legata all'organico stoccato nel CCR di contrada incorvino. Non avevamo tempo per le chiacchiere. In questo modo contiamo di risolvere questo problema legato alla carenza di impiantistica per l'organico in Sicilia e alle poche aree compatibili urbanisticamente nella nostra città».

«Nelle ultime settimane abbiamo notato un incremento della differenziata raccolta» – sottolinea l’assessore Fabio Atanasio - questo ci fa ben sperare per il futuro. Amb ci farà fare il salto di qualità entro pochi mesi.»

I centri comunali di raccolta hanno lo scopo di far incrementare la raccolta differenziata, costituiti da aree presidiate ed allestite ove si svolge unicamente l’attività di raccolta, mediante raggruppamento per frazioni omogenee per il trasporto agli impianti di recupero, trattamento e, per le frazioni non recuperabili, di smaltimento, dei rifiuti urbani e assimilati conferiti in maniera differenziata rispettivamente dalle utenze domestiche e non domestiche anche attraverso il gestore del servizio pubblico.

“L’unica soluzione contro lo stato di emergenza nel settore dei rifiuti causato oltre che dal degrado ambientale anche dalla carente dotazione di operatori ecologici, di addetti al controllo del territorio e di attrezzature, è quello di aumentare il più possibile le percentuali di raccolta dei rifiuti differenziati” a sostenerlo in molti, dalla Regione Siciliana ai Comuni che stanno tutti attivando o implementando la raccolta differenziata anche per adeguarsi ai valori imposti dalle normative in materia. Tra queste l’articolo 191 del DL 152/06, le varie direttive e norme regionali non ultima la legge 9 del 2010, e ancora l’ordinanza 5 del 2016 che dispone che i sindaci per incentivare la raccolta differenziata possano anche emanare provvedimenti contingibili ed urgenti come quello firmato dal sindaco Cinque.

Comune di Bagheria