Rimodulate ed abolite le strisce blu ad Aspra, dopo toccherà a Bagheria

Politica
Typography

«Abbiamo mantenuto la promessa» – esordisce così il sindaco di Bagheria, Filippo Tripoli commentando la delibera di Giunta n. 158 del 12 giugno 2019 con cui si rimodulano le aree di sosta a pagamento, le cosiddette strisce blu.

Al momento la rimodulazione riguarda la frazione marinara di Aspra, che soprattutto d’estate vede moltiplicarsi gli abitanti del borgo marinaro attratti dalle spiagge e dalla movida notturna.

Le zone in cui le aree di sosta a pagamento sono state eliminate sono:

In via Fiume D’Italia nel tratto compreso tra i numeri civici 65 e 105;
in via Francesco Tempra di fronte al tratto intercorrente tra la via Francese e l ‘ingresso del villaggio del Pescatore;
in corso Italia nei pressi dell’aria della pompa di sollevamento;
in corso Italia nel tratto compreso tra la via Scordato e la rotatoria presente tra la stessa via, di fronte lo stadio.
La delibera giuntale verrà trasmessa all’azienda a capitale pubblico AMB, che gestisce il servizio di controllo, per la dovuta informativa.

In merito alle tariffe per le zone blu, al momento tutto resta invariato, prossimamente invece la rimodulazione riguarderà anche la città di Bagheria.

Le modifiche entreranno da subito in vigore per la frazione e le aree riviste verranno indicate, prossimamente con strisce bianche.

«Abbiamo deciso di rivedere alcuni aspetti del servizio delle aree di sosta a pagamento per favorire maggiormente cittadini e commercianti, lo avevamo annunciato in campagna elettorale e a poco più di un mese dal nostro insediamento lo abbiamo fatto» -sottolinea il sindaco Filippo Tripoli – «abbiamo ascoltato la voce di cittadini e commercianti, qualunque scelta la faremo confrontandoci con i cittadini, ed ora passeremo a studiare la rimodulazione per Bagheria».