Rimodulate le strisce blu anche a Bagheria

Politica
Typography

«Altra promessa mantenuta» afferma il sindaco di Bagheria, Filippo Tripoli, commentando la rimodulazione e soppressione in alcune zone della città delle aree di sosta a pagamento.


Dopo la rimodulazione delle aree di sosta a pagamento della frazione marinara di Aspra, infatti, con delibera di Giunta n. 167 del 20 giugno 2019, e’ stata predisposta anche per Bagheria la rimodulazione delle cosiddette strisce blu.

La rimodulazione prevede una parziale eliminazione delle aree di sosta a pagamento, così come di seguito:

Corso Butera nel tratto intercorrente tra la via Consolare e la via G. Lo Bue e nel tratto intercorrente tra la via Dante Alighieri e la via Liberta’;
via Mattarella nel tratto intercorrente tra il Corso Butera, lato complesso parrocchiale S. Pietro fino all’intersezione con la via Senofonte, ivi compreso il parcheggio attiguo allo stesso complesso parrocchiale di S. Pietro;
via Roccaforte nel tratto intercorrente tra la via Vespucci e la Piazza Garibaldi – lato sinistro – e nel tratto compreso tra la via Roma e la via Polizzi;
via Litterio e via Russo Bonavia in tutto il loro tratto;
Piazza Indipendenza nel tratto compreso tra la via Di Pasquale e la via XX settembre e tra la via XX settembre e la via Cammarata a destra;
via Libertà nel tratto compresotra la via Città Di Palermo e la via Paolo Borsellino in entrambi i sensi di marcia;
via dante Alighieri nel tratto intercorrente tra il civico 28/c ed il civico 32.
Le modifiche entreranno da subito in vigore e le aree riviste verranno indicate, prossimamente così come avvenuto per Aspra, con strisce bianche e segnaletica stradale.

Saranno anche previsti stalli di sosta per diveramente abili, uno ogni 20 stalli di sosta liberi, rimanendo permanenti quelli già previsti nelle aree di sosta a pagamento attive.
Con la stessa modalità, saranno istituiti stalli di sosta gratuiti per le donne in stato di gravidanza, contrassegnati come “zone rosa”.
Per quest’ultime sarà possibile richiedere il rilascio di un pass temporaneo presso il comando di polizia municipale, ufficio affari generali, su istanza correlata da certificato medico attestante lo stato di gravidanza e data presunta del parto.

La delibera giuntale verrà trasmessa all’azienda a capitale pubblico AMB, che gestisce il servizio di controllo, per la dovuta informativa.

Ufficio stampa