La festa di San Giuseppe

Tradizioni Popolari
Typography

La festa di San Giuseppe
si fa di solito in Agosto e dura tre giorni.
Nei momenti economicamente buoni deve essere grandiosa e sulla sua splendida riuscita si giocano le reputazioni economiche, politiche, qualche volta mafiose degli organizzatori.

Alberate, tamburinate, strepitoso barocco di banchi di ceci tostati, la calia , i semi salati, noccioline, castagne rutilanti di fiocchi colorati e dei dipinti in stile da carretto con storie di santi e di paladini, sfarzose luminarie, torroni multicolori, giostre, bande per strada, concerti in piazza, col tonitruante finale di stupefacenti giochi di fuoco, comparabili soltanto per sfarzo e fragore a quelli del festino di Palermo e della Madonna del Lume di Porticello.

Grande momento della festa era il concerto in piazza.
Da anni ormai vengono chiamati i cantanti di successo.
Ma una volta il concerto era sinfonico e soprattutto operistico e veniva persino la Banda dei Carabinieri o quella del Teatro Massimo.

Mio nonno Benedetto andava in piazza molto per tempo, con la sua sedia, per essere sicuro di trovare il posto.
Poi si godeva le belle arie ed i passaggi famosi sino alla fine, battendo il tempo con gli occhi chiusi.


tratto da: Ferdinando Scianna, Quelli di Bagheria

Chi è Online PAGE

Abbiamo 532 visitatori e nessun utente online