E' morto l'attore Gigi Burruano, interpretò il farmacista nel film Baarìa

spettacolo
Typography

 È morto questa sera all'età di 69 anni l'attore palermitano di cinema e teatro Gigi Burruano. Nell'ultimo periodo la sua salute aveva subito un progressivo peggioramento. La camera ardente sarà allestita al Teatro Biondo. 


Burruano era nato a Palermo il 20 ottobre del 1948, iniziò la carriera da attore all'inizio degli anni settanta dedicandosi al cabaret e al teatro dialettale. La sua carriera teatrale lo portò a calcare diversi palcoscenici di teatri stabili di Catania, Roma, Trieste e Prato. Ma lo si ricorda anche in tv e nel cinema con l'esordio nel 1970, ne L'amore coniugale di Dacia Maraini, film questo girato in gran parte a Bagheria.

Il successo però arrivò con la partecipazione alla serie televisiva La piovra. All'attivo tantissime partecipazioni in varie fiction televisive con ruoli secondari ma di grande personalità.
Nel 2001 ha ottenuto una nomination al Nastro d'argento per l'interpretazione nel film I cento passi di Marco Tullio Giordana della parte di Luigi Impastato, padre di Peppino. 

Peppuccio Tornatore lo volle nel cast del film Baarìa del 2009, nel quale interpretò il ruolo del farmacista del paese, recitando un divertentissimo cameo con Salvo Ficarra. 

Personaggio che incarnava l'anima di quella Palermo popolare ma colta, ebbe una vita privata burrascosa; nel 2006 fu coinvolto in un caso di cronaca per aver pugnalato l'ex genero.  Fu senza dubbio uno dei più influenti e talentosi attori della scena palermitana della sua generazione.