Vincite ai giochi: quando i sogni diventano realtà

spettacolo
Typography

Piccole e grandi vincite quelle che sognano gli italiani sfidando la sorte.


“I sogni son desideri” era il ritornello di una canzone amata da grandi e piccini e soprattutto da tutti quelli che tentano la fortuna per accaparrarsi una somma che potrebbe cambiare più o meno tanto la loro vita. Eppure a volte anche i sogni si avverano! Lo sanno bene i fortunati che quest’anno hanno portato a casa delle somme decisamente interessanti, anche con una minima spesa. Di recente c’è stata una vincita che ha regalato a Palermo 20mila euro grazie all’ uscita del doppio oro nel 10eLotto.
A tenere gli appassionati con il fiato sempre sospeso resta, però, ancora una volta, il più famoso jackpot d’Italia: quello del SuperEnalotto. La cifra da capogiro ammonta a 48,6 milioni di euro. L’ultima vittoria consistente in questo caso riguarda il 6 di inizio anno che ha portato il fortunato giocatore a riscuotere ben 51 milioni di euro.
Oltre al gusto di sfidare la sorte e l’appetitoso bottino d’oro, sempre più spesso la spinta al gioco parte dal desiderio di divertirsi. Infatti, negli ultimi anni c’è stata una crescita dei giocatori che ha interessato proprio il settore ludico, oltre quello sportivo. A favorire questa tendenza ci sono certamente le possibilità offerte dal web, soprattutto i casino online che portano vincite più numerose, anche se le somme incassate sono inferiori. Secondo i dati riportati da Gioconews.it, lo scorso mese c’è stato in questo settore in generale un aumento consistente della spesa. Si tratta di un rialzo di circa il 17% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
Anche le piattaforme online, più ricche di contenuti e curate sia nell’aspetto grafico che sonoro, diventano sempre più accattivanti. Di certo l’aspetto più rilevante, dentro e fuori il web, quando si parla di giochi è e rimane, però, quello della sicurezza. Per ogni giocatore è indispensabile capire nel dettaglio non solo le regole del gioco, ma riconoscere l’affidabilità del sito o dell’ente che eroga il servizio.
E dopo essersi accertati della legalità, del contrassegno di sicurezza dell’AAMS e aver valutato possibilità e rischi connessi, allora è il momento di provare, ancora una volta, ad avvicinare la dea bendata.