Brevi

Lunedì 19 maggio, alle ore 16,30 presso l'Urban Center di Bagheria (Corso Butera) il Partito Democratico di Bagheria presenterà la candidatura unitaria alle elezioni del consiglio provinciale di Emanuele Tornatore.

Interverranno la segretaria del Pd, Vittoria Casa, il presidente, Nicola Tarantino, il consigliere uscente Maria Concetta Balistreri.
Saranno presenti tutti i consiglieri comunali e gli assessori del Pd.
La conferenza è aperta a tutti.

Dopo una selezione che ha visto la presentazione di oltre un centinaio di domande, undici delle quali scartate perchè i richiedenti non possedevano i requisiti, e due perchè presentate oltre il termine, la Commissione all'uopo insediata, Dr.ssa Marina Marino, responsabile Urban Italia, prof. Ignazio La Monica dell'I.T.C. "Sturzo", Salvatore Camilleri presidente di Metropoli est, e Maria Cristina Lecchi, responsabile di Urban center sono state scelte i seguenti nominativi: Angela Abbate, quale esperto junior in comunicazione tradizionale e multimediale,
Adriana D'Agati, operatrice junior per la realizzazione della Banca del tempo, e Giuseppina Carollo, operatrice junior a supporto di Urban Center.
Le graduatorie e di verbali sono pubblicati sul sito del Comune di Bagheria.

Gaetano Scarpaci, palermitano, di 19 anni è stato arrestato per avere indotto la giovanissima fidanzata bagherese di 13 anni a girare scene a luci rosse, che riprese con il videofonino, ha successivamente fatto vedere ad amici: si è innescato un giro di mms che si è interrotto solo quando le immagini sono state viste dai familiari della ragazzina che si sono rivolti ai Carabinieri.
L'accusa per lo Scarpaci è di produzione di materiale pedopornografico e violenza sessuale, perchè pur essendo la ragazza consensiente, all'epoca dei fatti aveva meno di 14 anni.
I fatti risalgono ad un anno fà, e le voci giravano a Bagheria da tempo.
Pare anche che lo Scarpaci, abbia anche coinvolto in questi video porno altre ragazzine, una delle quali sarebbe stata già identificata e rintracciata.

La notizia viene riportata nella edizione di Palermo della Repubblica di oggi: qualche furbetto, dipendente dell' Assessorato al Turismo, ha fatto in modo, e a quanto pare non è la prima volta, di rendere inagibile la sede che ospita l'Assessorato con qualche trovata: stavolta sono stati intasati i tubi di scarico con un rotolone di carta igienica.
In questi casi (per esempio mancanza di acqua o carenti condizioni igieniche) viene dichiarata l'inagibilità, e i dipendenti vengono messi in libertà, in poche parole, se ne vanno a casa.
Considerato che la situazione si era venuta a creare per responsabilità di qualche dipendente, il direttore generale Piercarmelo Russo, ha adottato il provvedimento, previsto dai regolamenti della Regione, ma, a quanto pare sinora mai mai utilizzato, delle ferie d'ufficio.

Inoltre, i due direttori, Russo e Falgares,  hanno presentato  una denuncia contro ignoti per atti vandalici e interruzione di pubblico servizio.

I dipendenti sono stati  "obbligati" oggi a restarsene a casa, a loro spese.
Era ora che qualcuno cominciasse a reagire ai furbi e ai fannulloni degli uffici pubblici che fanno perdere la faccia all'intera categoria.

L'altro ieri Giovanni Di Giacinto, sindaco di Casteldaccia uscente, e che si appresta a guidare per il suo raggruppamento "Per Casteldaccia" la campagna elettorale del 15 giugno che porterà al rinnovo dell'amministrazione casteldaccese, in seguito ad un malore è stato ricoverato per accertamenti presso l'Ospedale "Buccheri La Ferla". Familiari e amici hanno tranquillizzato l'opinione pubblica sul fatto che il sindaco Di Giacinto potrà tornare tra qualche giorno ad attendere ai suoi impegni politici.
A Giovanni Di Giacinto gli auguri di una pronta ripresa dalla redazione di Bnews.

Nei giorni scorsi sono stati segnalati consistenti furti di tubi e caditoie di rame, asportati dalle cappelle private del cimitero, soprattutto da quelle di più recente costruzione. Il rame è diventato uno dei metalli più richiesti al mercato nero. La polizia indaga.

L'appuntamento è per giovedì 15, dopo le 22.00, presso il Gagini Wine Jazz di Palermo - via Cassari 35/37.
(free entry)

I Barzizza regaleranno le note più calde e armoniose del loro repertorio blues, folk e country.
Il duo formato da Dario La Rosa - voce, chitarra e armonica - e Adriano Alecci - batteria - animerà la serata con la leggerezza e l'ironia tipica della loro musica, facendo scivolare ritmi e parole fluide, con la freschezza di un groove senza tempo, sospeso tra gli affanni dei nostri giorni e le spensierate evasioni che il buon senso ci regala.

I musicisti hanno così definito il loro genere “sodablues”: un cammino da fare in cinquecento con un grammofono sul tetto, per lasciarsi travolgere in un viaggio sonoro di fruscii e derapate e poi fermarsi quando se ne ha voglia, per un caffè, una birra o un altro brano.
Alle lancette che scandiscono ansiosamente ogni minuto della giornata, obbligandoci a prendere più caffè per resistere ai ritmi che impone la società, rispondiamo con un groove allegro e potente, per prendere la vita con più relax.

Altri articoli...