Aspra: Scuole al freddo al rientro degli studenti dalle vacanze - di Andrea Sciortino

le brevi
Typography

Un ritorno 'di ghiaccio' quello dei studenti Bagheresi e Asprensi a scuola. Dopo la lunga pausa natalizia e l’ondata di freddo che ha investito l'Isola, le due strutture Frazione hanno accolto insegnanti e ragazzi in un clima tutt'altro che confortevole. In tutte le classi le temperature sono inaccettabili, rendendo quasi impraticabile lo svolgimento delle lezioni.

Dopo aver ricevuto numerose segnalazioni dai genitori in merito alle criticità del riscaldamento degli edifici scolastici comunali, ho subito preso contatto con all’amministrazione comunale per chiedere un intervento urgente per garantire condizioni climatiche idonee alla frequenza delle attività educative da parte dei bambini nelle strutture scolastiche comunali della Frazione
“Al "Cotogni" e allo "Scordato" si gela e i bambini devono stare in classe in giubbotto, durante la sosta natalizia l'assessore al ramo promise che nel rientro dalla sosta natalia tutti i studenti di Aspra avrebbero trovato le aule al caldo. Cosi non è stato , ancora ad oggi le classi sono fredde per l'assenza dei riscaldamenti per il mancato rabocco delle cisterne di gasolio che alimentano le caldaie del Cotogni e dello Scordato. Ricordo all'amministrazione comunale che i riscaldamenti, per la regione Sicilia vengono accesi il 1 dicembre di ogni anno.Visto il D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412, modificato dal D.P.R. 21 dicembre 1993, n. 551, e ss.mm.ii., con il quale si disciplina che la temperature nelle scuole deve essere di almeno 20° C con una tolleranza di due gradi in più o in meno. Ad oggi l’unico sistema di riscaldamento funzionante nelle scuole di Aspra è garantito da genitori ed insegnanti i quali, in molti casi, si ritrovano costretti a lasciare indossare ai bambini giubbotti, cappellino e scarpette, per l’intero orario scolastico , con la ripresa delle lezioni, dopo la pausa delle festività natalizie, si è verificato un calo considerevole delle temperature che condiziona pesantemente l’ambiente classe e fa registrare un aumento esponenziale di bambini con affezioni infettive delle vie respiratorie. L’emergenza riscaldamento nelle scuole lo hanno affrontato molte amministrazioni, ma almeno le amministrazioni precedenti non facevano proclami. Con quest’amministrazione siamo sempre in ritardo e corriamo dietro alle emergenze per la mancata programmazione e l'improvvisazione perenne che appartiene al M5S bagherese.
SOLLECITO Il Sindaco del Comune di Bagheria, nella qualità di rappresentante di codesta Amministrazione, a provvedere immediatamente al rabbocco è all'accensione delle caldaie dei plessi scolastici asprensi , per un futuro migliore si impegmi per evitare che tali inadempienze politiche 'amministrative, che si ripercuotono anno per anno, vanno a scapito della popolazione scolastica minorile Asprense.

Il Presidente f.f. della Circoscrizione di Aspra
F.to Andrea SCIORTINO