All'Istituto Comprensivo di Altavilla conclusione del progetto Erasmus 'The world we live in'

cultura
Typography

Si conclude con la visita in Italia il progetto Erasmus+ “The World we live in” un progetto di partenariato internazionale, che l’Istituto Comprensivo Mons. Gagliano porta avanti da tre anni, e che ha visto protagonisti alunni e docenti di 5 paesi Europei: Repubblica Ceca (scuola coordinatrice del progetto), Romania, Polonia, Turchia e Italia.


Il progetto si propone di promuovere la cooperazione fra le cinque scuole partner per aumentare la motivazione, le perfomance degli studenti e la conoscenza dei paesi partner. Un altro obiettivo fondamentale è migliorare la qualità dell’apprendimento e dell’insegnamento, adattando le migliori strategie pedagogiche con uno scambio di esperienze fra le cinque scuole partner. Durante i tre anni, gli alunni hanno realizzato diversi lavori: ricerche, cartelloni, power point, video riguardanti gli usi, i costumi e le tradizioni dei cinque paesi partner ed hanno partecipato ad attività interattive come i webinar con gli alunni delle altre scuole. Inoltre un gruppo di circa 25 alunni ha partecipato alle tre mobilità in Repubblica Ceca, in Romania ed in Polonia, mentre al secondo meeting in Turchia hanno partecipato soltanto i docenti.
La visita conclusiva dei paesi partners del progetto si è tenuta dal 7 all’ 11 maggio presso l’istituto Comprensivo “Mons. Gagliano” di Altavilla Milicia. I docenti e gli alunni provenienti dai paesi partners sono stati accolti il 7 maggio al Belvedere, dove gli alunni della scuola primaria hanno presentato canti e balli tipici siciliani. Al belvedere è stata organizzata una mostra di macchine d’epoca, alcune delle quali hanno partecipato alla Targa Florio. Gli alunni e i docenti hanno fatto un giro per il paese e sono stati accompagnati al plesso centrale della Scuola. Momento clou della giornata è stata la Conferenza conclusiva dove il dirigente scolastico Prof. Angelo Fontana ha dato i saluti e ringraziato, i docenti, il gruppo di progetto, i genitori e gli alunni che hanno accolto con entusiasmo questa nuova esperienza. La Professoressa Marino Maria ha relazionato sull’importanza del progetto Erasmus+ che ha dato l’opportunità ai docenti di confrontarsi con diversi sistemi educativi e agli alunni della nostra scuola di visitare nuovi paesi e di riscoprire e confrontare la storia, la cultura e le tradizioni dei paesi coinvolti nel progetto. I docenti hanno promosso attività che hanno fatto comprendere agli alunni che la cultura, la legalità, il rispetto degli altri, la motivazione allo studio sono le chiavi per il successo nella vita. Protagonisti della conferenza finale sono stati gli alunni che hanno presentato in inglese le attività svolte durante le visite nei paesi partner ed hanno parlato della loro esperienza personale. Durante la conferenza si sono esibiti gli alunni del corso ad indirizzo musicale che hanno presentato diversi brani musicali. La conferenza si è conclusa con la visione di un video sui momenti più significativi delle attività svolte. Dopo la conferenza i docenti e gli alunni dei paesi partner sono stati impegnati in un laboratorio di frutta martorana organizzato dai docenti del gruppo di progetto. Alla fine delle attività gli ospiti sono stati accompagnati a Villa Nangano, una proprietà confiscata alla mafia e assegnata al Comune di Altavilla Milicia, dove hanno pranzato degustando i piatti tipici della cucina siciliana e i prodotti tipici locali formaggi e salsiccia.
La giornata dedicata all’accoglienza si è conclusa con alcune visite nel territorio: visita guidata alla riserva naturale orientata di Pizzo Cane, Pizzo Trigna e Grotta Mazzamuto. Molto interessante l’escursione a Grotta Mazzamuto dove si è esibiti il famoso gruppo vocale Euphoné nello splendido scenario della grotta, visita delle torri di avvistamento e dei ruderi della Chiesa di Santa Maria di Campogrosso e del ponte Saraceno.
Sono state effettuate inoltre diverse visite guidate in diverse località della Sicilia come previste dal progetto: Visita a Mozia e Marsala, molto interessante la visita guidata alla storica cantina Florio dove è stato spiegato in dettaglio il metodo di vinificazione del marsala e le caratteristiche principali dei vini prodotti nella cantina, con degustazione finale di 4 diversi vini. Visita guidata a Taormina e Giardini Naxos. A Taormina i docenti e gli alunni hanno visitato il teatro greco romano e il parco archeologico infine visita guidata a Giardini Naxos importante sito archeologico che conserva i resti del periodo romano e greco di edifici civili e religiosi. Visita guidata a Bagheria città delle ville, con visita Palazzo Butera, la dimora più antica, Villa Palagonia famosa come la villa dei mostri dove si possono ammirare centinaia di statue in tufo raffiguranti personaggi dalle sembianze grottesche infine visita a Villa Cattolica dove gli ospiti hanno ammirato la mostra permanente del maestro Renato Guttuso. Non poteva mancare una visita guidata a Palermo Capitale della Cultura 2018 con Visita dell’itinerario Barocco: Oratorio di Santa Cita, Chiesa di Santa Caterina, Chiesa del Gesù conosciuta come Casa Professa e infine visita al mercato storico di Ballorò. L’ultimo giorno è stata dedicata ad una visita nel territorio di Termini Imerese e Trabia, qui gli ospiti hanno visitato il museo Civico ed il museo della Targa Florio infine a Trabia città degli spaghetti hanno visitato il museo della pasta e il Castello del Principe Lanza di Trabia. Una settimana ricca di attività partecipazione ad eventi: Street Food Feast, visite guidate, escursioni in diversi siti archeologici ed infine saluto ai paesi partner e cerimonia di consegna degli attestati ai dirigenti, docenti e alunni stranieri che hanno partecipato al meeting conclusivo del Progetto Erasmus “The World we live in”