L'On. Caterina Licatini (M5S) ai candidati: «pubblicate certificato penale»

le brevi
Typography

"La legge SpazzaCorrotti, voluta fortemente dal Movimento 5 Stelle, che obbliga i candidati alle amministrative a pubblicare online i curriculum e il certificato penale, non è stata recepita dalla Regione Sicilia.

Una legge semplice, che permette agli elettori di conoscere i precedenti delle persone che andranno a votare.

Tuttavia, la Sicilia è una ragione a Statuto Speciale e pertanto, senza una legge regionale, non sarà obbligatorio pubblicare i curriculum e i casellari giudiziari dei candidati che il 28 Aprile si confronteranno con le elezioni amministrative.

"Questo, per noi del Movimento 5 Stelle, non è un problema, dato che non abbiamo mai nascosto i nostri certificati penali ed il nostro passato; tuttavia esprimiamo grandissima perplessità per tutte quelle liste che, a prescindere dalla norma, preferiranno fare politica celando questi documenti.

Un problema che tocca direttamente la mia città, Bagheria, che vede 348 candidati al Consiglio Comunale e 5 candidati sindaci.

Sarebbe un bel gesto se, da qui al 28 Aprile, le liste impegnate in questa campagna elettorale decidessero di far sapere agli elettori se i propri candidati sono incensurati o meno.

Il mio non vuole essere un attacco, ma un semplice invito ad una corretta competizione elettorale."

On. Caterina Licatini