Encomio per gli agenti di Polizia Municipale Gagliano e Sammarco

Encomio per gli agenti di Polizia Municipale Gagliano e Sammarco

le brevi
Typography

Un riconoscimento dell’efficienza del loro operato per essere intervenuti con rapidità, prontezza ed elevata professionalità.

E’ questa una delle motivazioni indicate nell’encomio che il Sindaco di Bagheria ha conferito per gli ispettori della polizia municipale Vincenzo Sammarco e Giovanna Gagliano.

I due agenti del comando della polizia municipale di Bagheria sono i protagonisti, insieme ai Carabinieri, della svolta dell’omicidio di Angela Maria Corona, la donna bagherese di 47 anni.

I due ispettori, il 14 aprile, si trovano in servizio nei pressi di viale Sant’Isidoro, dove notavano un auto in fiamme e prontamente intervenivano mentre sul posto giungeva anche una pattuglia di Carabinieri ed un’altra della Polizia di Stato, oltre ai vigili del fuoco per spegnere l’incendio.
Sono stati proprio gli ispettori Sammarco e Gagliano a ricevere la sofferta e spontanea confessione dell’omicidio da parte della signora Castronovo, mandante dell’omicidio della zia e del successivo occultamento del cadavere su cui ancora i carabinieri stanno indagando.

«In questa occasione» – sottolinea il sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli – «la prontezza dell’azione, l’elevata professionalità e la grande sinergia tra forze dell’ordine, hanno consentito che la vicenda si concludesse con il trionfo della verità in poco tempo. L’episodio evidenzia ancora una volta, l’importanza della sinergia tra forze dell’ordine potenziata sempre più dal legislatore italiano e la grande professionalità del Corpo di Polizia Municipale della Città di Bagheria, la capacità di sacrificio dei suoi componenti, spesso sottoposti a turni duri perché sottodimensionati. Nonostante l’esiguo numero di risorse a disposizione, ogni giorno il Comando fa un lavoro importante per la città. Il mio plauso ed il giusto encomio agli ispettori Gagliano e Sammarco.»