Progetto Comenius: al 'Cirincione' i colori europei dell'amicizia

Progetto Comenius: al 'Cirincione' i colori europei dell'amicizia

attualita
Typography

Dal giorno 15 al giorno 20 aprile 2013, nell’ambito delle attività relative al  Progetto Comenius,  promosso dall’Agenzia Nazionale Longlife Learning Programme, la scuola Cirincione è orgogliosa di ospitare   ventotto partners provenienti da sei nazioni europee : Austria, Ciprio, Polonia, Romania, Spagna e Turchia.

Le azioni Comenius puntano ad aiutare i giovani e il personale docente a promuovere gli scambi e la cooperazione allo scopo di comprendere meglio le culture europee, le diverse lingue e valori.

La nostra scuola ospiterà ben 28 insegnanti e 11 studenti europei che avranno la possibilità di conoscere “dal vivo” i nostri stili educativi, il nostro soleggiato , accogliente territorio, la nostra comunità e la nostra cultura.
Il meeting infatti prevede un ricco ed variegato programma e per la buona riuscita dell’evento si sta mobilitando l’intera comunità scolastica.

Sono previste diverse visite guidate attraverso i beni culturali che offre la nostra città : Palazzo Butera, Villa Palagonia, Palazzo Cutò, Museo Guttuso oltre a visite culturali a Solunto, nella città di Palermo, a Cefalù, Taormina e l’hinterland etneo.

Il cuore del meeting avrà luogo il 17 aprile con una giornata interamente dedicata allo scambio tra i docenti e gli studenti ospiti e la nostra comunità scolastica.

La macchina organizzativa ha predisposto nei dettagli un programma che prevede, dopo la cerimonia d’apertura con gli inni nazionali di tutti i Paesi interessati, il saluto del Dirigente scolastico, Vittoria Casa e la presentazione della scuola.

Seguiranno le performances preparate per l’occasione dai nostri allievi: canti, giochi motori, balli europei come il flamenco, il sirtaki, il valzer, una danza polacca, una danza rumena e non mancherà un ballo turco.
Alle ore 20.00 presso il Palazzo Aragona Cutò, il Maestro Calogero Di Liberto regalerà agli amici europei un concerto al pianoforte.

Ci auguriamo che l’evento possa ancora una volta rafforzare l’appartenenza ad una comunità più grande, l’Europa, dandoci l’opportunità di realizzare un vero scambio tra le diverse culture, per crescere in un’ottica più favorevole all’integrazione e alla realizzazione di una concreta solidarietà.

Siamo particolarmente grati del sostegno affettuoso e costruttivo che la comunità dei genitori ha reso disponibile soprattutto con l’accoglienza, nelle proprie abitazioni, dei ragazzi europei.


Bagheria, 10 apr. 2013

Il dirigente Scolastico
 Prof.ssa Vittoria Casa
                                                                               

Le docenti 
M. Assunta D’Aleo (resp. Comenius)
Vincenza Ventimiglia (resp. Progettazione)
 

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.