Intitolazione stadio a Pasquale Alfano: parlano i politici

Intitolazione stadio a Pasquale Alfano: parlano i politici

Politica
Typography

Il Pasquale Alfano che io ho conosciuto, sia pure quando ero giovane, era un uomo che era stato nominato Cavaliere del Lavoro dall’allora Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat, che era stato presidente del Bagheria calcio rilanciandone le sorti e profondendovi generose risorse, ed era un uomo le cui imprese

davano lavoro a diverse centinaia di padri di famiglia, e che è morto nel 1984 da incensurato.
Il coinvolgimento dei figli di Pasquale Alfano, Stefano e Vincenzo, nelle vicende dello zio Michelangelo, riguardava solo l’aspetto del sequestro di beni che peraltro si è recentemente concluso con una sentenza della Cassazione che restituisce quanto era stato loro sequestrato. Questo mi ha spinto a perorare e sollecitare il voto sulla mozione circa l’ intitolazione del campo sportivo a Pasquale Alfano
”.


(Nella foto di Ferdinando Scianna: Pasquale Alfano con occhiali scuri e abito bianco.)

Così ci ha detto, il consigliere Antonio Prestigiacomo, uno dei tre presentatori della contestata mozione che sta suscitando critiche, polemiche e discussioni.
Mimmo Aiello l’altro firmatario della mozione tende a ridimensionare: “Ho conosciuto Alfano quando per un problema cardiaco fu ricoverato all’Ospedale Villa Sofia dove prestavo la mia attività. Si parlava di calcio e di politica, e mi è parso persona stimabile.
Non sapevo delle vicende giudiziarie del fratello, che, solo in questi gironi ho appreso, era stato addirittura imputato nel primo maxiprocesso istruito da Giovanni Falcone, né della storia del sequestro giudiziario dei beni dei figli di Pasquale Alfano.
Se avessi saputo prima, sarei stato senz’altro più cauto e avrei chiesto un approfondimento e una riflessione sulla questione; d’altro canto sono stato l’unico consigliere ad intervenire , nessuno ha aggiunto alcunché né ha preso la parola, ed il voto favorevole è stato reso all’unanimità
”.

Giuseppe Cangialosi il terzo firmatario, necessario perché una mozione implicando procedimenti amministrativi da parte dell’apparato comunale deve essere firmata da almeno tre consiglieri, fa capire che la sua firma era stata aggiunta per semplice solidarietà di partito.
Francesco Lima precisa invece il senso della sua non partecipazione al voto; si era allontanato per qualche minuto dall’aula per un impegno urgente.
Sul fronte opposto c’è la richiesta dell’Associazione Antiracket di intitolare a Ninni Cassarà lo stadio: richiesta cui si è associato Nicola Tarantino, componente del Coordinamento del Circolo del P.D. di Bagheria, che condivide la proposta fatta dall’Associazione antiracket di intitolare lo stadio a Ninni Cassara, ritenendo profondamente sbagliata la primitiva decisione del consiglio.

“Una tempesta in un bicchiere d’acqua” così liquida Enzo Gulli, capogruppo del Partito Democtratico, le polemiche di questi giorni.
“C’è stata senz’altro una sottovalutazione di questo voto”- continua Gulli - “anche perché nel nostro programma di governo era stato previsto che lo stadio attuale dovesse essere spostato, e quindi era una discussione più che altro accademica.”
Però nessuno è intervenuto nella discussione- aggiunge polemicamente- e neanche i due consiglieri (Castronovo e Lima n.d.r.) che si sono allontanati hanno dato una motivazione pubblica del loro gesto: è chiaro che se fossimo stati messi a conoscenza di alcuni fatti (il riferimento è alla notizia che Pasquale Alfano sarebbe già stato imputato nel 1° maxiprocesso, e la sua scomparsa, il 24 Settembre del 2004, si verificò prima che il processo avesse inizio, interrompendo il giudizio nei suoi confronti n.d.r.), saremmo stati più cauti, e avremmo orientato diversamente la nostra opinione.
Anche perché a noi risultava che ai figli i beni siano già stati restituiti”.

Per chiudere con il sindaco Biagio Sciortino: è palesemente sconcertato e irritato per quanto accaduto, anche lui definisce poco opportuno quel voto, “ E’ più giusto pensare ad un nome , che abbia fatto nella propria vita concretamente qualcosa per lo sport: (“lo considero più significativo che premiare il presidente di una squadra di calcio”) e rimanda ad un comunicato dell’amministrazione che dovrebbe essere reso noto mercoledì.

P.S.. E' stata diffusa in queste ore una nota dell'Ufficio Stampa del Comune di Bagheria in cui viene riportata la posizione ufficiale del Sindaco sulla vicenda Alfano, e che riportiamo integralmente tra le brevi.
Anche il Presidente del consiglio Daniele Vella ci ha inviato una nota che riportiamo integralemnte tra le brevi.

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.