E' morto il pittore Lillo Rizzo

cronaca
Typography

E' morto questa notte Bartolomeo Maria Rizzo, che tutti,  amici e conoscenti conoscevamo, con il vezzeggiativo di Lillo. Aveva 63 anni ed era da qualche tempo sofferente  per un male che non lo ha risparmiato; ma sino al mese di maggio aveva continuato la propria attività di docente all'Istituto Regionale d'arte "Renato Guttuso".

Aveva frequentato l'Accademia di Belle Arti di Palermo dove si era diplomato.

Pittore di tendenza, aveva messo a punto un suo stile ben riconoscibile, che lo riportava al suo carattere un pò ribellista, insofferente delle regole, un originale insomma; ma Lillo era anche conoscitore e studioso di fenomeni e di tendenze culturali del nostro tempo.

Nel 1971 ha vinto il 1° Premio per la punta secca alla Mostra Nazionale dell'Incisione a Roma

Negli anni '80 aveva provato, con un certo successo una sua via originale con l'arte pittorica per esprimere ideali e  sentimenti, ed era appartenuto a quella inthellighentia bagherese, non solo nel campo pittorico, che cercava di individuare nuove forme di espressione artistiche.

Abile bozzettista e vignettista aveva collaborato anche con periodici locali, e prima ancora che a Bagheria aveva insegnato presso l'Istituto regionale d'arte di San Cataldo (CL).

Aveva realizzato diverse mostre personali e collettive e su di lui hanno scritto tra gli altri, Francesco Carbone, Michel Dixit, Edoardo Rebulla, Franco Grasso e Gino Morici che fu il suo maestro.

Sue opere sono esposte in importanti Musei e collezioni private regionali.

I fumerali si svolgeranno lunedì alle 15.30 presso la Chiesa S.Giovanni Bosco, prol. di Via Dante.

Al fratello Giancarlo l'affettuoso abbraccio di Angelo Gargano e della Redazione di Bagherianews.

nella foto di copertina  Rillo Rizzo ( in piedi) con Ezio Pagano, Silvio Guardì e Giovanni Leto

l afoto è tratta dal volumetto Una situazione a Palermo  edito da Ezio Pagano Arte Contemporanea