E' morto Michele Aiello, storico "Gnuri" e "Siddunaru" di Bagheria

cultura
Typography

E' morto questa notte all'età 87 anni Michele il bagherese Michele Aiello, prima abile fantino, poi "gnuri"  (cocchiere) e infine "siddunaru" (sellaio), nipote di Paolo Aiello anche lui Siddunaru, storico personaggio bagherese, citato anche in" Baarìa"

Negli anni difficili del dopoguerra Michele Aiello inzia una carriera come fantino di successo in giro per la provincia di Palermo. Durante questi anni affianca a questa attività quella di Gnuri, cioè di cocchiere, trasportando in carrozza i clienti a Palermo dalla stazione di Bagheria. Nel 1958 dismette l'attività di gnuri  e passa a quello che sarà il suo lavoro per il resto della vita, quello di sellaio  in dialetto "siddunaru", proseguendo una tradizione di famiglia. Diventerà uno degli artigiani più apprezzati e conosciutnella creazione di selle, bardature e finimenti per cavalli.. Michele Aiello è stato figlio di una Bagheria che fu e custode di una memoria che va via via perdendosi, la sua morte  porta via un pezzo del grande mosaico della nostra storia locale.

I funerali saranno domani, sabato 17 giugno alle 10,30, alla Chiesa Sant'Antonio di Bagheria