Bagheria: In servizio da oggi 21 nuovi operatori per la raccolta differenziata che passa dal 17% al 35%

Politica
Typography

Bagheria, 30/11/2018 - E’ arrivata al 35,07% la raccolta differenziata in città. A comunicarlo, in conferenza stampa, il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque insieme all’assessore ai Lavori e Servizi Pubblici Fabio Atanasio e alla presidente di Amb spa, l’azienda multi servizi a totale capitale pubblico del Comune di Bagheria, Tanja Giambruno.

Non è il solo dato emerso dall’incontro di ieri con la stampa cittadina, l’altra notizia importante è che da oggi, primo dicembre, entreranno in servizio i 21 operatori ecologici che avevano partecipato ad un apposito avviso pubblico. Gli operatori verranno impiegati per rafforzare sia le squadre che in questo momento risentono delle assenze per malattia dei colleghi sia per far ripartire adeguatamente lo spazzamento dell’intera città.

A prendere per prima la parola la presidente Amb, Giambruno, che si è voluta scusare, sin dalle prime battute, con i cittadini per i disservizi dell’ultimo periodo: «la mancanza di personale, le malattie, qualche leggero infortunio ed i mezzi fuori uso sono la causa di tali disagi» spiega Giambruno che aggiunge due notizie positive: oltre 10 operatori verranno impiegati, giornalmente, per lo spazzamento delle arterie principali della città, e con scadenze regolari verranno trattate tutte le altre aree. Il piano spazzamento verrà reso noto sul sito AMB in modo che i residenti potranno venirne a conoscenza, 2 squadre si occuperanno dei grandi condomini e verrà integrato e reso più preciso e puntuale il servizio alle scuole, alle case di cura, e agli uffici pubblici che dovranno però eseguire un conferimento della differenziata più corretto.

Tra le altre notizie emerse dalla conferenza l’attivazione del servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti su prenotazione (si ricorda che per richiedere il servizio occorre telefonare allo 091.728.55.70), e ancora è stato affidato il servizio per la bonifica di contrada Serradifalco, è stata completata la bonifica in contrada Amalfitano che era area sottoposta a sequestro, ed un nuovo intervento riguarderà via Campenella, procedendo anche alla “caratterizzazione” degli sfabbricidi per verificare la presenza di amianto.

In via Parisi sono state ripristinate le telecamere; da maggio 2018 sono state elevate più di 500 multe, che variano da importi che partono da 50 a 1000 euro per un importo di oltre 100 mila euro grazie all’utilizzo degli ispettori ambientali volontari. La percentuale di riscossione verrà comunicata prossimamente quando termineranno i procedimenti per le contestazioni. Sino ad agosto scorso il dato delle multe elevate ammonta a 104 mila euro, ad ogni dovrebbe aver superato i 150 mila.

«Sono circa 120 le telecamere attive in città, tra quelle finanziate con il Pon Sicurezze e quelle frutto di risorse del bilancio comunale» - spiega l’assessore Fabio Atanasio.

«E’ in programma, sempre sul fronte controllo, l’installazione di un sistema di geolocalizzazione sui mezzi della raccolta, sia per ottimizzare i tempi del servizio, per monitorare i mezzi e ridurre i casi di manomissione che ci costringono alla manutenzione. La nostra politica resta ancora volta a ridurre al massimo i noli.” – aggiunge il sindaco Cinque.

Al giornalista che ha chiesto perché l’assunzione è sul trimestre, il sindaco ha risposto: «Gli operai sono stati assunti tramite un avviso pubblico che ha dato vita ad una graduatoria, e saranno utilizzati per 3 mesi, rinnovabili, i dipendenti che mostreranno di essere più “performanti” saranno assunti definitivamente, lo spirito è quello aziendalistico: se te lo meriti avrai il tempo indeterminato, potrebbe anche scorrere la graduatoria. Abbiamo infatti riscontrato che dove gli operatori effettuano bene il servizio, sono cordiali ed informano i cittadini, la risposta nei numeri della raccolta differenziata è decisamente migliore. Il nostro obiettivo è raggiungere il 50% per il prossimo mese di marzo».

Del resto meglio viene effettuata la raccolta differenziata e più l’ente riceve finanziamenti: da gennaio ad ottobre nelle casse comunali sono arrivati 175.272,64 euro dal Conai per carta e cartone e 262.765,55 euro dal Corepla per la plastica.

Tra le altre novità, non appena sarà possibile assumere, con avviso pubblico, un responsabile della comunicazione, il sito differenziamobagheria.it e la pagina facebook dedicata verranno gestiti direttamente da Amb che così interverrà immediatamente con risposte sui social e anche negli interventi da eseguire.

«Questo è un ulteriore passo avanti nel percorso che ci ha visti uscire dal Coinres e dal sistema emergenza e che, nei primi mesi del 2019, continueremo acquistando attrezzature nuovi mezzi finalizzati anche alla misurazione della quantità di differerenziata ed indifferenziata prodotta in modo da poter avviare meccanismi incentivanti» – aggiunge l’assessore Atanasio.

«L'obiettivo è la strategia rifiuti zero, stiamo migliorando i dati relativi all’evasione fiscale, mentre prima era del 30% per la Tari, adesso siamo al 60% di utenti che pagano la tariffa» aggiunge il sindaco.

Ed a proposito del tributo il sindaco ha anche spiegato la questione del saldo TARI che in ottemperanza del D.P.R. 158/1999 prevede che il calcolo per le utenze domestiche sia effettuato sia in relazione ai metri quadri dell’immobile che al numero di componenti del nucleo familiare. «Ci sono state famiglie che hanno avuto saldo zero, le famiglie numerose invece hanno visto un rincaro, per loro stiamo prevedendo degli sconti, attivando il sistema di pesatura del rifiuto indifferenziato dove, mediante la realizzazione di punti fissi di pesatura, sarà possibile effettuare gli sconti, speriamo di riuscirci entro marzo».

Sindaco, assessore e presidente Amb hanno poi incontrato i nuovi operatori, come testimonia la foto, per un augurio di buon lavoro ed una foto ricordo.

Ufficio stampa Comune di Bagheria