Strage di pini in via Città di Palermo, che fine ha fatto l'ambientalismo dei 5 stelle?

attualita
Typography

Era il lontano dicembre del 2015 quando il sindaco Patrizio Cinque allora in carica da meno di 2 anni scriveva sulla sua popolarissima pagina facebook il seguente post:


“Il M5S sin dalla sua nascita si differenzia dagli altri partiti per la forte coscienza ambientale che traspare dal suo programma elettorale.

La giunta Pisapia a Milano nel corso degli ultimi mesi ha abbattuto 573 alberi tra cui molti secolari.

Il M5S a Milano ha lanciato l'iniziativa http://www.573alberipermilano.org/ con cui intende piantarne tanti quanti ne sono stati sottratti al patrimonio verde della Città.

A Bagheria non vogliamo che si arrivi mai a tanto, una giunta comunale di qualsiasi colore sia deve avere a cuore il verde presente su suolo cittadino.

Noi stiamo realizzando, su iniziativa dell'Assessore Luca Tripoli e del Corpo Forestale, un censimento degli alberi monumentali presenti nei territori del Comune di Bagheria” .

Non si sa che fine abbia fatto questo censimento perchè di esso non è più stata data notizia alcuna. L'assessore che subentrò a Tripoli, costretto a dimettersi per lo scandalo abusivismo sollevato dalle Iene, fu Gaetano Baimonte che ancora oggi è in carica. Appena insediato Baimonte, alla faccia della coscienza ambientalista del M5S, si distinse subito per il taglio alla base di 7 pini in viale Ing. Bagnera, che non sono mai stati ripiantumati, come era stato invece promesso. Una manutenzione del verde pubblico che, è anche giusto dire per la scarsità numerica del personale, è stata a diri poco lacunosa. Qualcuno può inoltre smentire che, a parte i 4 ulivi donati dalla deputata M5s Licatini nella piazzetta del Bagnera dove altri aberi erano stati tagliati, non sia stato piantato un albero che sia uno in tutti questi anni a Bagheria?. Come la giunta PIsapia a Milano quindi, rimproverata nel post del sindco Cinque, a Bagheria gli alberi sono andati giù.

Veniamo ai giorni nostri, per raccontare quanto quelle parole cosi belle sugli alberi e sulla coscienza ambientalista dette su facebook si siano perse nel nulla.

10 pini sono stati abbattutti nello spazio verde comunale di pertinenza di un condomino in via Città di Palermo negli ultimi giorni e lo scempio sarebbe continuato se alcuni condomini, esterrefatti per quanto stava succedendo, non si fossero messi in mezzo e sollevato il caso anche sui social.

53330510 2398812833463699 1375837552879075328 n

I fatti. Il condominio chiede la manutenzione e messa in sicurezza del verde pubblico d una delle poche piccole aree verdi urbane di Bagheria. Un'area verde di oltre 35 anni dove sorgono decine di pini,  e altri alberi di altezza ragguardevole. 

La squadra comunale, non si capisce bene per quale ragione, anzichè potare e fare manutenzione, porta a termine con zelo il taglio alla base di 10 pini e la potatura 'ad muzzum' di altri alberi random, lasciandone in piedi per miracolo soltanto 3.  Chi ha autorizzato il taglio dei pini? Considerato che l'agrornomo comunale non è stato interpellato in questa vicenda. Erano tutti talmente piegati e a rischio crollo da giustificarne l'abbattimento ? . 

Una giovane condomina chiede spiegazioni agli operai che non si mostrano particolarmente collaborativi, ma riesce a fermare la continuazione delle operazioni.  La giovane riceve poi la telefonata dell'assessore Baiamonte e del sindaco Cinque in serata, che si giustificano spiegando che l'intervento avrebbe dovuto riguardare soltanto 4 alberi a rischio crollo  ma è ormai troppo tardi. 

53526700 293360151330824 7457547725467287552 n

P.s

Nel massimo rispetto dei ruoli ci permettiamo di dare un suggerimento all'amministrazione comunale, si piantiano in quel luogo nuove essenze arboree meno pericolose e adatte al clima e alla zona, così da rendere più bello uno dei pochi spazi verdi urbani di Bagheria ancora esistente.