Bagheria ammantata dai rifiuti, l'amministrazione annuncia tolleranza zero

Politica
Typography

L’amministrazione comunale non ha apportato alcuna modifica al calendario della raccolta differenziata, al momento, ma soprattutto non ha autorizzato nessuno a pensare che non si facesse più la raccolta differenziata a Bagheria.

E’ quanto sostengono gli amministratori ed in particolare il sindaco di Bagheria Filippo Tripoli e l’assessore ai Servizi rete Angelo Barone. «Sicuramente lavoreremo per apportare delle migliorie al servizio che è ancora sotto gli standard sia di percentuale di raccolta differenziata effettuata dalla città sia in termini di servizio al cittadino – specifica il sindaco – ma di certo la raccolta differenziata è un dovere di tutti noi per prenderci cura dell’ambiente, della salute e presto anche della nostra tasca, se tutti la effettueremo, diminuiranno i costi di trasporto in discarica».

Queste precisazioni giungono all’indomani di diversi episodi che ci sono verificati in città durante i quali incivili hanno abbandonato in diverse zone decine di sacchetti pieni di tutto senza effettuare la raccolta differenziata.

«Durante lo scorso fine settimana» – spiega l’assessore Barone – «abbiamo registrato una serie di atti vandalici su tutto il territorio comunale. Spargimenti di rifiuti lungo le strade, abbandono di ingombranti, nonostante la temporanea sospensione del servizio, materiale edile di risulta, addirittura grossi tonni abbandonati per strada, sempre nei “soliti” posti fatti ripulire già tre volte in un mese di sindacatura e prontamente sporcati in meno di un’ora.» – sottolinea Barone.

«È vero, ci sono stati dei rallentamenti nei servizi in queste due settimane dovute al sequestro dell’autoparco comunale, alla carenza di mezzi e anche a qualche “furbetto” che credendo di avere il “posto fisso intoccabile” non si presenta a lavoro – aggiunge l’assessore ai servizi a rete – «abbiamo chiesto più volte, tramite comunicati stampa, collaborazione e di contro abbiamo ricevuto ciò che è documentato nelle foto».

Il sindaco Tripoli e l’assessore Barone tengano ad avvisare chi non esegue adeguatamente la differenziata che «durante le opere di bonifica sono state installate foto-trappole atte a individuare e punire chi per dolo, incuria o semplice “strafottenza” non ha rispetto per le regole e per noi cittadini tutti».

«Ad un mese dal nostro insediamento, ci spiace registrare che la mole di rifiuti indifferenziati è nettamente aumentata eppure non abbiamo apportato alcun cambiamento al calendario e allora mi chiedo “Perché?» – aggiunge l’assessore Barone.

«Ringraziamo tutti quei concittadini che ci sono stati vicini e che insieme a noi credono che Bagheria ce la può fare ed essi saranno tutelati – concludono gli amministratori – per tutti gli altri che dimostrano di non amare la loro città, da oggi, “Tolleranza zero!»

rifiuti padreterno